L'uomo senza sonno film

Diretto nel 2004 da Brad Anderson (regista noto anche per Vanishing on 7th Street e The Call), il film del 2004 L’uomo senza sonno (il cui titolo originale è The Machinist) è ricordato principalmente per via dell’impressionante trasformazione fisica del suo protagonista, Christian Bale. Al di là di ciò, però, si tratta di un thriller psicologico particolarmente affascinante, che gioca con lo stato d’insonnia del suo protagonista per dar vita ad eventi che rendono sempre più incerto il confine tra realtà e immaginazione. Accolto in modo positivo dalla critica e dal pubblico, è ad oggi un autentico cult.

Oltre a ciò, in L’uomo senza sonno sono presenti numerosi riferimenti alle opere dello scrittore russo Fëdor Dostoevskij. Anderson e lo sceneggiatore Scott Kosar hanno infatti affermato di aver tratto grande ispirazione dalle opere di questi, in particolare da Il sosia, da cui il film riprende determinati elementi di trama. Allo stesso tempo, a livello tematico, sono stati citati anche L’idiota e Delitto e castigo. L’intero film però vanta un atmosfera fortemente kafkiana, con il protagonista che si sente incastrato in qualcosa di opprimente e più forte di lui da cui non riesce a trovare una via d’uscita.

Costato 5 milioni di dollari e con un guadagno di 8, L’uomo senza sonno non ottenne un successo immediato, ma nel tempo la sua fama è cresciuta fino a farne un’opera imperdibile del suo genere. In questa, si ritroveranno elementi unici, paradossali, spesso malsani ma sempre con un loro fascino intrinseco. Prima di intraprendere una visione del film, però, sarà certamente utile approfondire alcune delle principali curiosità relative a questo. Proseguendo qui nella lettura sarà infatti possibile ritrovare ulteriori dettagli relativi alla trama, al cast di attori e alla spiegazione generale. Infine, si elencheranno anche le principali piattaforme streaming contenenti il film nel proprio catalogo.

L’uomo senza sonno: la trama del film

Trevor Reznik è un macchinista in una fabbrica, affetto da un caso estremo di insonnia che lo ha portato a non dormire per un anno intero. Il suo corpo, di conseguenza, si è irrimediabilmente consumato, raggiungendo un peso estremamente inferiore rispetto alla norma. A causa di ciò, Trevor ha acquisito nel tempo l’ossessione di scrivere note promemoria per tenere traccia del suo peso in diminuzione. Schivo e riservato, l’unica persona che lascia entrare nella sua vita in senso emotivo è Stevie, una prostituta, anche se ha un’infatuazione per Maria, una cameriera madre single che lavora in una tavola calda dell’aeroporto.

I suoi colleghi non si fidano di lui, perché non sanno cosa sta succedendo nella sua vita, a tal punto da portarlo ad aver un aspetto fisico tanto emaciato. Un incidente sul posto di lavoro lo allontana poi ulteriormente dai suoi colleghi e, insieme ad alcuni pezzi di carta sconosciuti che trova nel suo appartamento, Trevor crede che qualcuno o alcune persone – probabilmente uno o alcuni dei suoi colleghi – stiano cercando di prenderlo, usando un dipendente fantasma di nome Ivan come loro fronte. Mentre Trevor va alla ricerca di prove sui piani di Ivan e su dove si trovi, egli dovrà arrivare a comprendere cosa ha realmente causato la sua insonnia e in che modo potersi salvare.

L’uomo senza sonno: la spiegazione del film

I riferimenti letterari a Dostoevskij sono particolarmente importanti in questo film, in particolare per quanto riguarda il senso di colpa. Per tutto il film il regista dissemina una serie di indizi che, tuttavia, soltanto sul finale potranno essere ripensati e compresi. L’intero film e l’intera ricerca di Trevor è dunque un viaggio nella mente del protagonista, il quale cerca di ricordare qualcosa che ha volontariamente dimenticato, causandosi i suoi problemi di insonnia. Nel corso di L’uomo senza sonno sono molte le scene che evidenziano il suo bisogno di lavarsi la coscienza o di recuperare ciò che ha perso. Ben presto, diventa dunque evidente come l’intero film si costruisca sul senso di colpa e su come si sceglie di rapportarsi a questo.

L'uomo senza sonno spiegazione

L’uomo senza sonno: il cast del film

Come noto, protagonista del film nel ruolo di Trevor Reznik è l’attore Christian Bale. Per poter risultare realistico nei panni di un uomo che non dorme da oltre un anno, egli ha deciso di non ricorrere al trucco, ma di sottoporsi ad una ferrea dieta che lo ha portato a perdere circa 25 chili, arrivando ad un peso di appena cinquantaquattro. La sua dieta consisteva in una sola scatoletta di tonno e una sola mela al giorno. La sua trasformazione fisica è ancora oggi un record insuperato. Bale ha poi riguadagnato il suo peso forma nel giro di quattro mesi, a cui ha aggiunto sedici chili di muscoli necessari per interpretare Batman in Batman Begins.

Nel ruolo della prostituta Stevie, con cui Trevor interagisce, vi è l’attrice Jennifer Jason Leigh, divenuta nota in anni recenti per il suo ruolo nel film The Hateful Eight. L’attrice spagnola aitana Sanchez Gijon interpreta invece Marie, la donna per cui Trevor nutre dei sentimenti. Compaiono poi nel film gli attori Michael Ironside, noto per i suoi ruoli da antagonista, nei panni di Miller, Lawrence Gilliard Jr. in quelli di Jackson e Reg E. Cathey per il personaggio di Jones. Anna Massey, qui al suo ultimo ruolo cinematografico, è Mrs. Shrike. Nel ruolo del misterioso Ivan si ritrova invece John Sharian.

L’uomo senza sonno: il trailer e dove vedere il film in streaming e in TV

È possibile fruire del film grazie alla sua presenza su alcune delle più popolari piattaforme streaming presenti oggi in rete. L’uomo senza sonno è infatti disponibile nei cataloghi di Chili, Google Play, Amazon Prime Video e Tim Vision. Per vederlo, una volta scelta la piattaforma di riferimento, basterà noleggiare il singolo film o sottoscrivere un abbonamento generale. Si avrà così modo di guardarlo in totale comodità e al meglio della qualità video. È bene notare che in caso di noleggio si avrà soltanto un dato limite temporale entro cui guardare il titolo. Il film è inoltre presente nel palinsesto televisivo di venerdì 10 settembre alle ore 21:20 sul canale Rai 4.

Fonte: IMDb