Molto forte incredibilmente vicino film

L’attentato terroristico dell’11 settembre alle Torri Gemelle è un evento che ha sconvolto il mondo intero, cambiandolo per sempre. Inevitabile che nel corso degli anni successivi si continuasse a riflettere su quanto accaduto, affrontando il tutto da quanti più punti di vista diversi possibile. Se molti titoli si sono concentrati sul ritrarre gli eroi che hanno aiutato come possibile in quella situazione, e altri ancora hanno raccontato le operazioni militari scaturite da quell’attentato, il film del 2011 Molto forte incredibilmente vicino (qui la recensione) si concentra invece su un mistero che lega un padre e un figlio, separati dall’attentato ma uniti nella memoria.

Al momento della sua uscita in sala, il film ha raccolto opinioni contrastanti, che non gli hanno però impedito di ottenere una nomination all’Oscar come miglior film. Molto forte incredibilmente vicino rimane ancora oggi un film molto delicato e toccante su un argomento quantomai traumatico. Prima di intraprendere una visione del film, però, sarà certamente utile approfondire alcune delle principali curiosità relative a questo. Proseguendo qui nella lettura sarà infatti possibile ritrovare ulteriori dettagli relativi al libro da cui è tratto, alla trama e al cast di attori. Infine, si elencheranno anche le principali piattaforme streaming contenenti il film nel proprio catalogo.

Molto forte incredibilmente vicino: il libro di Jonathan Safran Foer

Nel 2005 viene pubblicato il romanzo Molto forte incredibilmente vicino, opera seconda di Jonathan Safran Foer e uno dei primi libri ad affrontare il tema degli attacchi terroristici dell’11 settembre. Dal racconto di quell’evento si affrontano ulteriori tematiche come il lutto, i rapporti famigliari e i modi in cui una famiglia possa trasformarsi senza distruggersi mai. Nel scegliere come protagonista un bambino, Foer ha affermato che l’incapacità di tale personaggio di comprendere un evento tanto terrificante è la stessa che anche i più adulti riscontrano nel trattare dell’attentato. Poiché il linguaggio sembrava non offrire soluzioni concrete, affidarsi alla narrazione fatta da un bambino era il solo modo per dar vita a questa difficoltà.

Obiettivo dello scrittore è dunque quello di cercare di dare forma al trauma, potendolo così descrivere e affrontare. Il libro è in breve diventato uno dei più apprezzati e letti sull’argomento e il suo impatto culturale sull’argomento è ancora oggi estremamente forte. In particolare, il romanzo di Foer rimane fondamentale per il suo partire da una tragedia per ricercare, lentamente e non senza dolore, una luce nel buio, una speranza a cui potersi aggrappare per il futuro. Molto forte incredibilmente vicino cerca infatti di aiutare a superare la paura e la rabbia, cercando di far esprimere questi sentimenti al fine di poterli comprendere e sconfiggere.

Molto forte incredibilmente vicino: la trama e il cast del film

Protagonista del film è il giovane Oskar Schell, il quale ha tragicamente perso il padre durante gli attentati dell’11 settembre. Lo shock per la scomparsa dell’uomo ha lasciato ferite indelebili nel cuore della moglie Linda e nell’anima del piccolo Oskar. L’unico modo per lui di affrontare ed elaborare il lutto sarà il cimentarsi in uno dei giochi che faceva con il padre, una vera e propria caccia al tesoro dove l’unico indizio è una chiave trovata per caso. La corrispondente serratura diventerà dunque l’obiettivo da raggiungere per trovare una qualche risposta, ma anche un modo per non perdere il ricordo di un padre tanto amato. Per scoprire a chi appartiene la chiave Oskar sarà aiutato da un anziano e misterioso uomo che oltre ad essere praticamente muto a seguito dello shock, cela un grande segreto.

Ad interpretare il piccolo Oskar Schell vi è Thomas Horn, attore privo di esperienze cinematografiche ma che si era reso celebre grazie alla partecipazione al programma Jeopardy! Kids Week. Nei panni della madre Linda vi è invece Sandra Bullock, la quale ha raccontato di essere stata a New York il giorno dell’attentato, ricordando perfettamente la paura e lo shock. Il premio Oscar Tom Hanks interpreta invece l’adorato padre Thomas. Il celebre attore svedese Max von Sydow recita nel ruolo dell’uomo muto, interpretazione che gli è valsa una candidatura come miglior attore non protagonista agli Oscar. Completano il cast Viola Davis nel ruolo di Abby Black, Jeffrey Wright in quelli di William Black e John Goodman nei panni di Stan il portiere.

Molto forte incredibilmente vicino libro

Molto forte incredibilmente vicino: le frasi, il trailer e dove vedere il film in streaming e in TV

è possibile fruire della sua presenza su alcune delle più popolari piattaforme streaming presenti oggi in rete. Molto forte incredibilmente vicino è infatti disponibile nei cataloghi di Rakuten TV, Chili, Google Play, Infinity, Apple iTunes, Tim Vision e Amazon Prime Video. Per vederlo, una volta scelta la piattaforma di riferimento, basterà noleggiare il singolo film o sottoscrivere un abbonamento generale. Si avrà così modo di guardarlo in totale comodità e al meglio della qualità video. È bene notare che in caso di noleggio si avrà soltanto un dato limite temporale entro cui guardare il titolo. Il film è inoltre presente nel palinsesto televisivo di sabato 11 settembre alle ore 21:10 sul canale La 5.

Qui di seguito si riportano invece alcune delle frasi più belle e significative pronunciate dai personaggi del film. Attraverso queste si potrà certamente comprendere meglio il tono del film, i suoi temi e le variegate personalità dei protagonisti. Ecco dunque le frasi più belle del film:

  • Se il sole esplodesse, non ce ne accorgeremmo per otto minuti: il tempo che impiega la luce ad arrivare fino a noi. Per otto minuti, il mondo sarebbe ancora illuminato e sentiremmo ancora caldo. Era passato un anno dalla morte di mio padre e sentivo che i miei otto minuti con lui stavano per scadere.(Oskar)
  • Ho perso un figlio. L’ho perso prima che morisse. Sono andato via. Avevo paura. Paura di perderlo. Avevo paura che vivesse. Perché la vita è più spaventosa della morte.(Max vo Sydow)
  • “Se le cose fossero facili da trovare, non varrebbe la pena trovarle” (Thomas Schell)
  • Quella sera mi sono sentito incredibilmente vicino a ogni cosa nell’universo, ma anche straordinariamente solo. Per la prima volta in vita mia mi sono chiesto se la vita valeva tutta la fatica che serve per vivere. Perché, esattamente, valeva la pena di vivere?” (Oskar)

Fonte: IMDb