NIKI CARO

Si è tenuta questa mattina a Milano alla presenza della regista Niki Caro una proiezione speciale di unfootage di Mulan, l’atteso nuovo live-action targato Disney.

Il nuovo film riprende la leggenda di Mulan, già raccontata in parte nell’omonimo film d’animazione del 1998, 36º Classico Disney. Durante l’evento sono state mostrata tre scene ed un inedito promo del film. Fin dalle prime sequenze, capiamo che non siamo di fronte ad un remake bensì ad un’inedita trasposizione ispirata all’antica leggenda cinese di Hua Mulan.

Le prime impression su Mulan (2020)

La prima sequenza proiettata ci ha rivelato il cuore intimista del film con Mulan alle prese con la preparazione verso la guerra. Un breve e dolce confronto con il padre ci mostra tutto il potere evocativo del film e ci rivela quanto la pellicola abbia una componente drammaturgia molto forte che va a trattare temi quali la tradizione, il dovere e la devozione. La seconda scena è invece una sequenza nel quale vediamo Mulan arruolata nell’esercito, determinata a riscattare la propria famiglia. Questa sequenza ci mostra invece la componente action del film che è davvero di pregevole fattura. La scena girata in maniera esemplare non solo ci dimostra quanto il film sarà anche visivamente sorprendete ma anche quanto l’azione sarà strettamente legata all’evoluzione drammaturgica del personaggio. Infine, l’ultima scena rivela una serie di sequenze a cavallo che sottolineano l’aspetto epico del film che si preannuncia davvero avvincente.

Mulan

L’incontro con Niki Caro

In merito al film Niki Caro ha rivelato quanto l’idea di lavorare ad una nuova trasposizione l’abbia colpita: “La prima cosa che mi ha sorpreso quando ho iniziato questo progetto è stata capire che l’amatissimo film animato Mulan non è l’originale, perché il personaggio originale della storia arriva da una ballata cinese che si pensa abbia origine fin dal 1700. La storia è poi stata raccontata e raccontata per molto tempo e ogni bambino cinese conosce la sua storia quindi è davvero interessante l’idea di come tradurlo in una versione live-action per il pubblico di oggi nel 2020.” 

“Volevo quindi onorare sia il film d’animazione sia la ballata originale e appunto vedere come meglio rendere questa figura di ragazza che si traveste da uomo per sostituire il padre in guerra. Per me fare questo per Disney e in live action è un privilegio e il mio unico obiettivo è stato rendere questo viaggio vero”

In merito alla protagonista interpretata dall’attrice Yifei Liu, la regista ha rivelato: “Noi abbiamo girato tutto il mondo in lungo e largo e in ogni regione e villaggio della Cina per poter trovare un volto che fosse perfetto per il ruolo. Dopo un anno ancora non eravamo riusciti a trovare la persona giusta. Ma era così importante trovare la persona giusta abbiamo ri-iniziato a cercare e siamo tornati in Cine e abbiamo incontrato tutte le giovani attrici cinesi che per un motivo o per un altro non erano allora disponibili e così finalmente dopo molto tempo siamo riusciti a trovare Yifei Liu. E quando ci sia conosciute entrambe eravamo dell’idea che lei fosse nata per interpretare Mulan. Nelle scene che avete visto si lei è fantastica, ma posso dirvi che nel film sarà grandiosa.”

In merito al personaggio di Mulan e alla presenza nel comparto produttivo di William Kong (produttore del pluripremiato film La tigre e il dragone) Niki Caro ha rivelato quanto la sua pellicola differisce dalla tradizione di film di arti marziali di Honk Kong: “Pur avendo apprezzato quello che è stato un film veramente epico come La tigre e il dragone e pur avendo apprezzato anche l’utilizzo rappresentazioni epiche, mi sono detta che questa Mulan doveva essere un po’ più radicata, letteralmente, il suo modo di muoversi doveva essere molto più fisico e molto più in linea con quello che può fare il corpo di una giovane donna, e devo anche aggiungere che abbiamo, veramente, un’attrice dal talento sconfinato perché lei fa la maggior parte delle scene senza controfigura, essendo abilissima sia nell’utilizzo della spada che nelle arti marziali, nonché provetta cavallerizza; oltre a questo è una donna intelligentissima e sa anche cantare.”

In merito alle differenze tra il film d’animazione la regista Niki Caro ha rivelato: “Ci sono diversi punti sui quali volevo poter garantire una continuità per onorare il film d’animazione con alcuni aspetti critici come ad esempio la sequenza in cui si combinano i matrimoni e poi all’inizio nella sceneggiatura del live action non c’era nessun riferimento ad una scena invece veramente straordinaria del film d’animazione che ho voluto inserire, quella della valanga.”

In merito alla sua presenza da “Donna regista” e dal fatto che fosse un film action la regista Niki Caro ha affermato: “Parlando di travestimenti la domanda sulla mia presenza in qualità di donna questa è forse una domanda travestita, in realtà si sta chiedendo ad una donna regista come possa riuscire a fare dei film d’azione…voglio dirvelo adesso Italia, è la cosa più naturale di questo mondo. Voglio dire, non ho mai fatto film d’azioni fino ad ora e ho amato fare questo film, spero di farne altri. Quello che posso dire riguardo alla differenza tra questo tipo di film e l’action movie classico. In genere partono questi ultimi con l’idea di essere un po’ “cool” e devo dire che in questo nostro film tutte le scene d’azione sono  accentrate sulla figura di Mulan e sulla sua storia, sulla sua anima e sul suo viaggio e quindi per questo risultano più reali, più vere e di questo sono orgogliosa e poi devo dire che è un personaggio tostissimo da dei calci nel …. da del filo da torcere.”

Vi ricordiamo che Mulan arriverà al cinema in Italia il 26 Marzo distribuito da Walt Disney Pictures Italia.

Nel film quando l’Imperatore della Cina decreta che un uomo per ogni famiglia dovrà arruolarsi nell’Armata Imperiale per difendere il Paese dall’attacco di invasori provenienti dal Nord, Hua Mulan, la figlia maggiore di un rispettato guerriero, prende il posto del padre malato. Dopo essersi travestita da uomo ed essersi arruolata con il nome di Hua Jun, Mulan verrà messa alla prova in ogni momento del suo cammino e dovrà trovare la propria forza interiore e dimostrare tutto il suo autentico potenziale. Nel corso di questo epico viaggio si trasformerà in una stimata guerriera guadagnandosi il rispetto di una nazione riconoscente e l’orgoglio di un padre.