In sala dal 4 Maggio, Codice Unlocked è il prossimo film che vedrà protagonista Noomi Rapace, al fianco di Michael Douglas, Orlando Bloom, Toni Collette, John Malkovich.

 
 

In Codice Unlocked Alice (Noomi Rapace) è un agente della CIA di stanza a Londra, è esperta in interrogatori e per questa sua capacità viene incaricata di far parlare un giovane corriere di un Imam legato agli estremisti islamici. Le informazioni che riesce a raccogliere le girerà al suo superiore, Frank Sutter (Matthew Marsh) che però si rivelerà presto un impostore. Per Alice è l’inizio di un incubo, in quanto, oltre a dover sfuggire ai traditori in seno all’agenzia, deve dimostrare a sua volta la propria innocenza e cercare di capire chi si nasconde dietro a questo mistero: perché una scheggia impazzita dei servizi segreti americani collabora con i terroristi islamici pronti a sferrare un attentato chimico!?

Codice Unlocked è un avvincente spy-thriller diretto dal vincitore del premio BAFTA Micheal Apted (Il mondo non basta, Le cronache di Narnja – Il viaggio del veliero, Gorilla nella nebbia e Gorky Park) il quale confeziona un classico intrigo di spionaggio internazionale ricco di azione. L’abile penna di Peter O’Brien stende una sceneggiatura  dal ritmo incalzante e non priva di colpi di scena, a tratti prevedibile e in alcuni frangenti poco verosimile ma nel complesso ben strutturata.

Il film ruota attorno alla figuara di Noomi Rapace (Uomini che odiano le donne, trilogia Millenium) bella e brava protagonista che interpreta un’agente della CIA grintosa e decisa, abile nei combattimenti corpo a corpo e nel districarsi dalle situazioni più complicate. Indubbiamente di spessore il cast artistico, vero punto di forza del film, il quale, oltre alla bella Rapace, vede la presenza di attori del calibro di Michael Douglas, il salace John Malkovich ed un Orlando Bloom mai visto tanto duro e selvaggio. Un cast importante che nobilita un film che non lesina azione e adrenalina anche a scapito di una sceneggiatura non completamente convincente e che lascia, soprattutto nel finale, non poco dubbiosi. Il film affronta temi di grande attualità, sebbene sia stato concepito diversi anni fa, come la guerra contro il terrorismo islamico e la fobia e la paura come armi da usare in base alle convenienze.

Codice Unlocked è gradevole e indubbiamente pieno di ritmo ma alla lunga banale e che non riesce a trovare e trasmetterci nessuna originalità e nessuna novità. Un film che alla lunga punta tutto sull’azione e questo a scapito di un copione con non poche ombre e lacune.