Dead Man Down - il sapore della vendetta

Dopo il successo internazionale del film svedese Uomini che odiano le donne, il regista danese Niels Arden Oplev dirige il suo primo film americano, il thriller Dead Man Down – il sapore della vendetta, con protagonisti, oltre alla sua fidata collaboratrice Noomi Rapace, anche Colin Farrell, Dominic Cooper, Terrence Howard e Isabelle Huppert.

Dead Man Down – il sapore della vendetta racconta la storia di Victor (Colin Farrell), il braccio destro di un capomafia di New York in cerca di vendetta. Sulla sua strada incontra Beatrice (Noomi Rapace), una donna misteriosa che nasconde un segreto inconfessabile. Dopo molte peripezie e tanti copioni respinti finalmente Oplev debutta dietro la macchina da presa in un film hollywodiano, e lo fa con la solita padronanza del genere sia esso un thriller o un film drammatico. Dead Man Down – il sapore della vendetta si presenta con una messa in scena cruda che lo accomuna prepotentemente alla realtà di tutti i giorni e che catapulta lo spettatore immediatamente nella New York grigia e nera della storia, popolata da criminali senza scrupoli e fantasmi.

Dead Man Down – il sapore della vendetta, il film

Il senso del realismo è dato principalmente  grazie alla perfetta fotografia di Paul Cameron, sempre impeccabile e prezioso aiuto narrativo al servizio del regista. Tuttavia, nonostante le buonissime premesse e una prima parte molto intrigante, la pellicola, man mano che la narrazione prosegue, inizia a manifestare i suoi difetti che sono concentrati principalmente su una sceneggiatura troppo lineare e poco originale, che mette in crisi il film nella parte centrale. Altra pecca derivata dallo script è il precario equilibrio nel miscelare i vari genere presenti, manifestando delle pieghe romantiche in maniera troppo ostentata, che in un film de genere sarebbero state più apprezzabili se fossero state più velate.

Quest’ultimo difetto riguarda anche la regia di Oplev, che seppur degna di nota e figlia di un gusto per il cinema notevolissimo, racconta con meno efficacia del solito le vicissitudini di due protagonisti che rientrano a pieno in uno dei temi predominanti della sua filmografia, la redenzione. Va da sé che il film nel complesso godibilissimo è riuscito a metà, non rappresentando quindi quel connubio perfetto fra autorialità e commerciabilità che è forse la cosa più ricercata dai produttori del film.

Ultima nota positiva di Dead Man Down – il sapore della vendetta riguarda gli interpreti a partire dalla convincente coppia di protagonisti Colin Farrell e Noomi Rapace, arrivando ai comprimari Terrence Howard, Dominic Cooper ed un poliedrico F. Murray Abraham.