Una Promessa

Arriva al cinema Una Promessa, il film diretto da Patrice Leconte, con Rebecca Hall e Richard Madden. Uscita al cinema il 02 ottobre 2014, distribuito da Officine UBU e Montfluor.

 

Germania, 1912. Un giovane di umili origini viene assunto come impiegato in un’acciaieria. Colpito dalla sua efficienza, il proprietario lo promuove a segretario personale. In seguito, a causa dell’età avanzata e della salute precaria, il proprietario inizia a lavorare da casa, dove si trasferisce anche il giovane segretario. Lì incontra la moglie del datore di lavoro, una donna molto più giovane, bella e riservata.

Dopo la digressione nel campo dell’animazione con La bottega dei suicidi, realizzato l’anno scorso, Patrice Leconte torna al cinema classico con la storia più antica del mondo, quella di un amore proibito tra un uomo e una donna sposata. Basandosi sul romanzo “Viaggio nel passato” di Stefan Zweig, Leconte mette in scena la storia d’amore repressa tra Lotte, moglie di un imprenditore proprietario di un’acciaieria ad Amburgo e il suo pupillo, il giovane Friederich, di umili origini. Il triangolo di passioni viene però interrotto dalla guerra e da ciò che ne consegue. Difficoltà di comunicazioni, silenzio e i soli ricordi che permettono di andare avanti. Questo è probabilmente il viaggio nel passato a cui fa riferimento l’autore del romanzo, e quello che il personaggio interpretato da Rebecca Hall fa nella pellicola: ricordare un amore che non ha luogo nel presente ma esiste solo nei ricordi, nelle lettere scritte e mai recapitate.

Una promessa, il film

Una Promessa recensione

In Una Promessa, il passaggio del tempo è un elemento cruciale, sia per la Storia, quella alla vigilia della Prima Guerra Mondiale, sia per la storia personale dei vari personaggi che devono prendere coscienza delle proprie responsabilità rispetto al succedersi degli eventi. Nulla è lasciato al caso, e, c’è da stupirsi, lo sviluppo non è come ci si aspetta. A vestire i panni dei personaggi del film di Leconte c’è un cast veramente interessante, oltre che completamente anglofono.

Lo stesso regista ammette che la scelta della lingua è stata obbligata per questioni distributive e di fruizione più semplice della pellicola. Per questo scopo, il regista si è avvalso dell’aiuto di una casting director inglese che gli ha permesso di avere Alan Rickman nel ruolo dell’anziano e malato padrone dell’acciaieria e le due giovani stelle Rebecca Hall e Richard Madden, noto ai più per il ruolo di Robb Stark in Game of Thrones. Quest’ultimo in particolare era sotto giudizio; è infatti sempre difficile per un attore andare oltre al ruolo con cui il grande pubblico lo riconosce. Privo della barba con cui l’ha conosciuto il mondo nella serie HBO, Madden riesce ad essere credibile come giovane irrequieto con molta voglia di riscatto.

Leconte si è messo nuovamente alla prova: dopo i cartoni animati, ora ha affrontato un adattamento di un’opera tedesca in inglese, vista attraverso i suoi occhi di francese. Una Promessa è un incrocio di culture e animi da cui scaturisce un elemento comune descritto nel film: l’amore è ciò che accomuna e che muove ogni essere umano.