alan rickman

Il 14 gennaio 2016, il mondo ha perso uno degli attori più interessanti ed enigmatici della storia del cinema britannico e non solo. Alan Rickman era un’istituzione, non solamente per i fan di Harry Potter.

 
 

Ecco dieci fatti su Alan Rickman, per ricordarlo.

Alan Rickman: i film

alan rickman

1. La prima carriera di Alan Rickman è stata quella di grafico. Aveva fatto un po’ di recitazione da ragazzino, ma la carriera di Alan Rickman è stata quella di grafico per parecchi anni. Era un artista: dopo aver studiato grafica al Chelsea College of Art and Design, aveva frequentato delle lezioni al Royal College of Art. Con qualche amico, aveva lanciato il proprio business di grafica, Graphitti. “Sembra una fantasia da anni ’70, ora” aveva raccontato al Design Observer, “Uno studio all’ultimo piano in Berwick Street, condiviso con un fotografo, con i muri a mattoni dipinti di bianco, e un soffitto di vetro. (…) Era tutto PdC: Prima del Computer. Lavoravamo a layout di riviste e illustrazioni, copertine di libri, copertine di dischi, e pubblicità.” La sua carriera di designer, però, è giunta al termine in modo piuttosto naturale quando Rickman ha cominciato a recitare nei festival di teatro, per poi iscriversi alla Royal Academy of Dramatic Arts.

2. Per Alan Rickman, la recitazione è arrivata dopo. Alan Rickman aveva avuto successo nel mondo del design, anche se ha ammesso che “il teatro aleggiava sempre sullo sfondo.” E così, mentre lavorava ancora come grafico, decise di mandare una lettera alla Royal Academy of Dramatic Arts per richiedere un’audizione. “Stavo invecchiando, e ho pensato che se lo volevo fare, allora avrei dovuto mettermi all’opera” ha raccontato a GQ. Aveva 26 anni quando fece l’audizione con un monologo da Riccardo III e ottenne una borsa di studio per frequentare la prestigiosa scuola di recitazione. “Il mio corpo finalmente sospirò dal sollievo per essere nel posto giusto.” Nel 1978, Rickman si unì alla prestigiosa Royal Shakespeare Company, anche se non amò particolarmente l’esperienza, definendo la compagnia “una fabbrica. Lo deve essere.” Dopo aver lasciato la compagnia, quindi, Rickman passò il resto degli anni ’80 recitando in serie TV della BBC, finché non ottenne, nel 1985, il ruolo del protagonista nello spettacolo teatrale Les Liaisons Dangereuses. Fu qui che avvenne la svolta.

3. Alan Rickman: i film. La sua carriera è stata lunghissima e particolarmente prolifica. Tra i film con Alan Rickman più famosi, ci sono Robin Hood – Principe dei ladri (1991), Un’avventura terribilmente complicata (1995), Ragione e sentimento (1995), Michael Collins (1996), Dogma (1999). Negli anni Duemila, in particolare dal 2001, cominciò l’avventura di Harry Potter, nel quale Alan Rickman era Piton, uno degli antagonisti più amati di sempre. Ci furono poi Love Actually – L’amore davvero (2003), Profumo – Storia di un assassino (2006), Sweeney Todd – Il diabolico barbiere di Fleet Street (2007), Alice in Wonderland (2010, era la voce del Brucaliffo), Gambit – Una truffa a regola d’arte (2012), The Bulter – Un maggiordomo alla Casa Bianca (2013), Una promessa (2013), Le regole del caos (2014), Il diritto di uccidere (2015). Il suo ultimo ruolo fu quello di doppiatore per Alice attraverso lo specchio (2016).

Alan Rickman: Die Hard – Trappola di cristallo

alan rickman

4. Il primo lungometraggio di Alan Rickman fu Die Hard. Inizialmente, fu Sam Neill ad essere contattato per il ruolo di Hans Gruber in Trappola di cristallo, ma questi rifiuto la parte. Fortunatamente, poi, il direttore del casting del film ebbe l’opportunità di vedere Rickman a teatro a Broadway, in Les Liaisons Dangereuses. Decise immediatamente che il ruolo per il film doveva andare a lui.

5. Per poco, Alan Rickman non ha rifiutato il ruolo in Die Hard. Alan Rickman, in Die Hard – Trappola di cristallo, ha regalato un’ottima performance, nonostante fosse il suo primo film al cinema. Per poco, però, l’attore non rifiutò la parte: “Non sapevo nulla su L.A. Non sapevo nulla sull’industria del cinema… Non avevo mai recitato in un film prima d’allora, ma ero molto economico” ha raccontato Alan Rickman su Die Hard e il processo di casting. Inizialmente, sembrava non volesse accettare la parte perché non voleva recitare in un film d’azione, ma cambiò idea perché lo trovò, in fondo, “piuttosto rivoluzionario, in modo sottile.”

Alan Rickman: Piton e Harry Potter

6. J.K. Rowling diede ad Alan Rickman delle informazioni segrete su Harry Potter. Chi fa parte di una certa generazione conoscerà Alan Rickman per Harry Potter. Quando l’attore accettò il ruolo, erano usciti solamente quattro capitoli della serie, e c’era ancora molto da imparare sul personaggio. Per aiutare Rickman, però, la Rowling decise di rivelargli alcune cose che il pubblico avrebbe scoperto solo più in là. Stando a quello raccontato da Alan Rickman su Harry Potter, “era un piccolo, minuscolo, pezzetto di informazione, ma mi aiutò a capire che era più complicato” di quel che sembrava e “nessuno sapeva dove sarebbe andato a finire, tranne che me e lei. E per lei fu importante il fatto che io sapessi qualcosa, ma mi diede solo un piccolo dettaglio che mi aiutò pensare ad un’interpretazione più ambigua.”

7. Per J. K. Rowling, Alan Rickman era Piton da sempre. Non solo l’attore era sempre stata la prima scelta della Rowling per interpretare il personaggio al cinema: la scrittrice ha addirittura affermato di essersi immaginata Alan Rickman come Piton durante la scrittura dei libri di Harry Potter.

Alan Rickman: Robin Hood

alan rickman

8. Alan Rickman, Robin Hood, e la riscrittura in pizzeria. Lo aveva ammesso nel 2015, di aver agito alle spalle degli sceneggiatori e di aver riscritto parti di dialogo per il proprio ruolo in Robin Hood: Principe dei Ladri, grazie al quale vinse ai BAFTA. A quanto pare, il misfatto avvenne con l’aiuto di alcuni amici, in un ristorante della famosa catena di pizzerie. A Peter Barnes aveva detto: “Puoi dargli un’occhiata? Perché è terribile. Ho bisogno di buone battute.”

La morte di Alan Rickman

9. La morte di Alan Rickman. È avvenuta il 14 gennaio 2016, all’età di 72 anni, dopo una breve battaglia con un cancro al pancreas. A quanto pare, l’attore stesso era ignaro della gravità del cancro fino alle ultime settimane. Dopo la sua morte, tantissimi dei suoi colleghi e amici l’hanno ricordato pubblicamente, così come molti dei suoi affezionati fan.

10. Alan Rickman conobbe la compagna di una vita quando era un ragazzino. Nel 1975, Alan Rickman era uno studente al Chelsea College of Art and Design, e aveva 19 anni. Fu allora che incontrò il suo primo amore, la diciottenne Rima Horton, consigliera del partito laburista dell’area di Londra di Kensington e Chelsea dal 1986 al 2006. Rima Horton è stata inoltre insegnante di economia alla Kingston University. I due non si sposarono fino al 2012, in una cerimonia privata a New York. Di lei, Alan Rickman aveva detto: “È tollerante. Incredibilmente tollerante. Una possibile candidata per la santità.”

Fonti: IMDb, Mental Floss, Odyssey, The Independent