The Amazing Spider-Man
si impone al botteghino italiano, rivitalizzandolo dopo fiacche settimane. Seguono Il Dittatore e Chernobyl Diaries, mentre le altre novità ottengono briciole.

 

Dopo un giugno disastroso e un inizio luglio altrettanto catastrofico, un supereroe dà nuova vita al botteghino italiano. The Amazing Spider-Man si impone infatti al primo posto con 4,5 milioni di euro raccolti da mercoledì a domenica. Nei tre giorni il reboot dell’Uomo Ragno incassa invece 2,7 milioni.
Si tratta di un risultato decisamente positivo, considerando il panorama desolante che resta, tuttavia non è un esordio esaltante: il film di Marc Webb è infatti uscito in ben 950 copie, la maggior parte delle quali 3D. Di certo sarà difficile raggiungere le cifre della trilogia dell’Uomo Ragno di Sam Raimi, i cui film hanno chiuso intorno ai 18-19 milioni, debuttando con oltre 6 milioni. Considerando però che l’estate, almeno sino a fine agosto, sarà alquanto priva di uscite rilevanti, The Amazing Spider-Man potrà continuare a incassare, spettatori italiani permettendo, pressoché indisturbato dalla concorrenza.

Seguono cifre disastrose per le altre pellicole. Il Dittatore scende in seconda posizione con 160.000 euro, arrivando a 2,1 milioni complessivi, mentre Chernobyl Diaries – La mutazione giunge a 617.000 euro con altri 78.000 euro.

Quarto e quinto posto per due new entry, dai miserrimi incassi: Quell’idiota di nostro fratello debutta con 75.000 euro in 171 copie, mentre Cena tra amici esordisce con 73.000 euro con 56 sale a disposizione.

L’amore dura tre anni scende in sesta posizione con 42.000 euro, per 193.000 euro totali. Lorax: il guardiano della foresta sale al settimo posto con 40.000 euro, per 1,7 milioni totali.

Chiudono la top10 La cosa (36.000 euro), arrivato a 171.000 euro, Men in Black 3 (36.000 euro) e Rock of Ages (32.000 euro), giunti rispettivamente a 6,1 milioni e 436.000 euro.