- Pubblicità -

Per lo scrittore Daniel H Wilson quello in corso è decisamente un periodo fortunato: mentre Steven Spielberg è al lavoro su Robocalypse, ecco che una sua altra opera si appresta ad avviare il cammino verso il grande schermo: si tratta di Amped, i cui diritti sono stati acquisiti dalla Working Title e la cui regia sembra essere già stata assegnata ad Alex Proyas.

Come Robocalypse, anche Amped è ambientato in un prossimo futuro e si confronta con la questione della moralità del progresso tecnologico: nel caso in questione tutto ruota attorno ad un congegno, inventato per permettere ai portatori di handycap di vivere vite normali, che finisce per conferire a chi lo usa capacità superumane. Va da sé che il congegno acquisisce rapidamente una diffusione di massa, tanto da imporre la scrittura di nuove leggi appositamente ideate per delineare diritti e libertà degli umani superpotenziati, portando inevitabilmente a uno scontro, mentre nell’ombra i superumani dai maggiori poteri già tramano per cambiare il mondo…

Il progetto si trova ancora alle prime battute, privo anche di uno sceneggiatore; il tutto è ovviamente destinato a decollare subito dopo il successo annunciato di Robocalypse; il nome di Alex Proyas è stato recentemente affiancato a vari progetti, tra cui i drammatico Evolve.

Fonte: Empire

- Pubblicità -