All Is Lost Tutto e perdutoE’ uno dei titoli attesi per questo fine anno, All is Lost Tutto è perduto, soprattutto dopo il buon risultato ottenuto nelle recenti nomination ai Golden Globe Awards. Oggi arriva le clip del film con protagonista Robert Redford e diretto da J. C. Chandor.

 
 

Leggi anche: All is Lost recensione del film con Robert Redford

Una tempesta all’orizzonte:

[iframe width=”640″ height=”360″ src=”//www.youtube.com/embed/OUeIj6VCC_g” frameborder=”0″ allowfullscreen][/iframe]

All’orizzonte

[iframe width=”640″ height=”360″ src=”//www.youtube.com/embed/REHWypBCmWE” frameborder=”0″ allowfullscreen][/iframe]

Squali

[iframe width=”640″ height=”360″ src=”//www.youtube.com/embed/XmrxX2Z8TG8” frameborder=”0″ allowfullscreen][/iframe]

Container

[iframe width=”640″ height=”360″ src=”//www.youtube.com/embed/XmrxX2Z8TG8” frameborder=”0″ allowfullscreen][/iframe]

Leggi anche: All Is Lost Tutto è perduto Trailer del film con Robert Redford

L’attore premio Oscar® Robert Redford è il protagonista assoluto di “All Is Lost – Tutto è perduto”, un thriller che si svolge in mare aperto, in cui un uomo disperso nell’Oceano a seguito del naufragio della sua barca a vela, dovrà lottare e contare sulle sue sole forze per sopravvivere. Scritto e diretto da J.C. Chandor (già nominato agli Oscar ® per Margin Call), e con una Colonna Sonora affidata ad Alex Ebert (Edward Sharpe & The Magnetic Zeros), il film è un omaggio commovente, viscerale e potente a favore dell’ingegnosità e dello spirito di sopravvivenza.

Perso in mezzo all’Oceano Indiano, il viaggiatore solitario senza identità (Redford) si accorge che il suo yacht di 14 metri inizia ad imbarcare acqua dopo aver urtato contro un container che galleggiava in alto mare. Con il navigatore e la radio fuori uso, l’uomo si ritrova nel mezzo di una violenta tempesta. Nonostante la riparazione dei danni allo scafo e la sua intuizione da esperto marinaio unita ad una forza che smentisce la sua età, l’uomo riesce a malapena a sopravvivere alla tempesta.

Avendo a disposizione un sestante ed alcune carte nautiche, per tracciare una rotta verso  la salvezza, è costretto ad affidarsi unicamente alle correnti oceaniche nella speranza di incrociare delle barche di passaggio. Sotto un sole battente, accerchiato dagli squali e con le riserve alimentari che iniziavano a scarseggiare, l’ intraprendente marinaio si è trovato molto spesso faccia a faccia con la morte.