Daniel Radcliffe 1Arriva il primo commento di Daniel Radcliffe sull’annuncio dei nuovi film sull’universo di Harry Potter (leggi qui) che la Warner Bros insieme alla scrittrice J.K.Rowling, hanno intenzione di proporre nei prossimi anni. L’occasione è stata la presentazione alla stampa americana del suo ultimo film Kill Your Darlings – Giovani ribelli di John Krokidas che abbiamo potuto vedere al Festival di Venezia quest’anno(recensione). Collider ha posto all’ex maghetto molte domande sui nuovi film, ecco le sue parole:

 

Si, ho sentito l’annuncio un paio di settimana fa. In realtà non ne so molto, praticamente niente. Ci sono dei libri? Perché le persone cominceranno a chiedere se ci sono altri libri…(Gli Animali Fantastici: Come Trovarli)C’è questo libro che ha già scritto tanto tempo fa. Ma non coinvolge noi, perché sarà ambientato nel passato, nel futuro o robe del genere. Ma davvero non ne ho idea, mi piacerebbe potervi dire di più..

 

Poi gli è stato chiesto se sarebbe disponibile a fare anche solo un cammeo nel film..

Questo si, potrebbe essere il genere di cose che potri fare (ride). Ma finché arrivi quel giorno in cui quel film sarà girato probabilmente passerà ancora più tempo e io ho messo da parte Harry Potter, per cui dover rimettere il suo costume non è qualcosa che mi interesserebbe molto. Ma mi piace l’idea delle storie che si intrecciano nell’universo di Harry. Non so se sarà proprio così ma potrei parlarne di qualcosa di questo genere. Sarebbe divertente. Ma non lo so e non voglio dire altro perché  sennò le persone impazzirebbero già adesso. 

Gli animali fantastici dove trovarli si dice che sia il primo di una nuova serie per il grande schermo in sviluppo.

 Gli Animali Fantastici dove trovarli,  vedrà come protagonista Newt Scamandro, autore (immaginario) del libro, e sarà ambientato a New York negli Anni Venti, circa 70 anni prima dell’arrivo di Harry Potter ad Hogwarts. La sceneggiatura sarà interamente curata da J.K. Rowling, che ha chiesto questo importante ruolo perché il film non si scosti troppo dai libri e dalla sua mente, come accade ed è accaduto spesso nelle trasposizioni cinematografiche.

Fonte Collider