Interstellar di Christopher Nolan è già diventato il film più atteso in breve tempo e come ogni progetto del regista è avvolto in una completa e impenetrabile aurea di segretezza. Oggi però grazie a Entertainment Weekly, arrivano le prime dichiarazioni del regista in merito al progetto Interstellar, e al genere con il quale si cimenterà:

Penso che quando si tratta di fantascienza, ci siano delle pietre miliari da cui non puoi prescindere. Metropolis. Blade Runner. 2001. Se parli di qualcosa ambientato fuori dal nostro pianeta, 2001 non puoi di certo evitarlo. Ma c’è solo un 2001: Odissea nello Spazio, quindi il massimo che puoi fare è tentare di avvicinarti a esso (…) Guardiamo allo stacco temporale dell’osso lanciato in aria che “diventa” astronave. Ci vuole un’enorme sicurezza per fare un balzo temporale del genere. Se mi piacerebbe fare una cosa del genere nei miei film? Ovviamente si. Ma non credo che avrei la sicurezza necessaria. Motivo per cui è esistito un solo Stanley Kubrick. E’ inimitabile. Ma può comunque essere una fonte d’ispirazione. Puoi essere ispirato ad aspirare di possedere quella sicurezza di te. (Badtaste.it)

Della storia Interstellar sappiamo solo quello che ha dichiarato lo sceneggiatore e fratello di Nolan, Jonathan Nolan:  “seguirà un eroico viaggio interstellare verso i confini più lontani della nostra comprensione scientifica”. Vi ricordiamo che il protagonista del film sarà  Matthew McConaughey.