E’ notizia di oggi che l’attore premio Oscar Colin Firth non doppierà più l’orsetto protagonista di tanti libri per ragazzi Paddington, nell’omonimo film in uscita a Natale. La voce dell’attore è stata sostituita a produzione già molto avanzata, mentre il film è già quasi completato. Si ipotizza quindi che il film potrebbe slittare, dato che la post produzione, con un repentino cambio di doppiatore, potrebbe subire ritardi.

 

La rottura tra Firth e la produzione sembra quanto di più british si possa immaginare. Ecco cosa ha dichiarato l’attore a EW: “Dopo un periodo di negazione, abbiamo optato per una ‘separazione consensuale’. E’ stato agrodolce vedere questa splendida creatura prendere forma e realizzare che non avrà la mia voce. Ho visto quasi tutto il film, ed è meraviglioso. Mi sonto molto protettivo verso questo orsetto e sto infastidendo la produzione per cercare una voce degna di lui.”

Paul King, regista del film, non ha ancora selezionato qualcuno per sostituire Colin Firth, ma ha dichiarato che la loro separazione è stata amichevole: “Non potrò mai ringraziarlo abbastanza per il suo contributo al film. Amiamo la sua voce e amiamo l’orsacchiotto, ma siamo stati d’accordo che le due cose non si legavano bene. Così con il cuore pesante abbiamo deciso di separarci.”

Al centro della storia di Paddington c’è un orsetto ghiotto e gentile che emigra dal Perù all’Inghilterra e viene adottato da una famiglia britannica, i Brown. Il film, realizzato con un mix di live action e computer grafica, farà perno sull’amicizia tra l’orsetto protagonista e il figlio dei Brown. Lo scettro del regista è andato a Paul King (Bunny and the Bull), considerato da alcuni il nuovo Tim Burton. Paddington, che uscirà nel 2014, è stato affidato alle mani sapienti dei produttori di Harry Potter.

Fonte: CS