Steven Spielberg

 

Il regista Steven Spielberg è ancora alla ricerca di un nuovo progetto da regista e in serata arriva la notizia di un possibile suo coinvolgimento nel remake del film cult West Side Story di Robert Wise. A diffondere la notizia è l’autorevole sito Deadline secondo il quale il regista ha manifestato interesse verso il progetto ancora alle prime fasi di sviluppo.  

Steven Spilberg ha diretto nel 2012 il film di successo Lincoln, e doveva dirigere il film di fantascienza Robopocalypse ritornato in fase di sviluppo per volere della Paramout. Fallito anche il tentativo di dirigere American Sniper a cui lo stesso Spielberg sembra abbia rinunciato e affidato ora a Clint Eastwood. Quindi il regista è tutt’ora alla ricerca di un progetto, in attesa di produrre il sequel di Tin Tin. 


West Side Story è un musical scritto da Jerome Robbins (regia e coreografia), Arthur Laurents (libretto), Leonard Bernstein (musiche) e Stephen Sondheim (testi) su soggetto ideato da Robbins al quale contribuirono poi con modifiche e suggerimenti anche gli altri autori.[1] West Side Story debuttò al Winter Garden Theater di Broadway (New York) il 26 settembre 1957 e fu replicato 732 volte prima di partire per una tournée che ebbe molto successo, data l’epoca. Nel 1961 la United Artists ne realizzò una versione cinematografica per la regia di Jerome Robbins e Robert Wise che debuttò nelle sale il 18 ottobre. Il film vinse dieci Academy Awards cinematografici, tra i quali quello per il miglior film. Mai un film musicale aveva ricevuto così tanti riconoscimenti.La storia è un rifacimento della tragedia di William Shakespeare Romeo e Giulietta. Il tema tragico, la musica sofisticata e le istanze sociali rappresentate segnarono il linguaggio musicale del teatro in inglese che in precedenza si era dedicato, tranne rare eccezioni, a temi leggeri. West Side Story è ancora oggi rappresentato con una certa frequenza da teatri minori e, occasionalmente, da compagnie anche importanti.

Steven Spielberg