Il bottone di madreperla di Patricio Guzman
Il bottone di madreperla di Patricio Guzman

Il Biografilm Festival 2015 ha concluso il suo Concorso Internazionale con la cerimonia di premiazione che, ieri sera, ha reso noti i vincitori. A conquistare il Best Film Unipol Award è stato El boton de nacarIl bottone di madreperla del maestro cileno Patricio Guzmàn. La giuria, formata da Silvio Soldini, Elena Fortes, Gloria Giorgianni e Angela Baraldi (assente alla cerimonia per motivi di salute), ha riconosciuto il documentario come “un film di grande impatto visivo e di profonda riflessione sulla vita, sul passato e sulla memoria attraverso un linguaggio che riesce a coniugare poesia e scienza con una forte denuncia storico-politica. Un film che ci guida alla ricerca del nostro posto nell’universo”.

 
 
The Russian Woodpecker di Chad Gracia
The Russian Woodpecker di Chad Gracia

Il Life Tales Award per il più travolgente racconto biografico è invece andato a uno dei titoli più apprezzati della competizione, ossia The Russian Woodpecker di Chad Gracia. “La vita, l’arte, l’attivismo politico in un film fuori dagli schemi, che attraverso un personaggio creativo e visionario si domanda i perché di una tragedia come quella di Chernobyl”, è stata la motivazione della giuria. La menzione speciale a disposizione dei giurati è stata attribuita a A Syrian Love Story di Sean McAllister “per il coraggio e la tenacia di raccontare, con un linguaggio diretto e senza filtri, una storia d’amore e di guerra portandoci dentro la quotidianità di una famiglia stravolta dall’idealismo e dalla violenza”.

Il Biografilm Festival 2015 prosegue fino al 15 giugno con la sua articolata ricognizione sulla vita e sulle biografie di persone dalle storie straordinarie ed emblematiche per il resto dell’umanità. Per scorpire gli altri appuntamenti, basta collegarsi al sito della rassegna:

www.biografilm.it