Cinquanta sfumature di grigio

Dopo le speculazioni in merito ai salari richiesti da Dakota Johnson e Jamie Dornan per i sequel di Cinquanta sfumature di grigio, la produttrice Dana Brunetti ha chiarito la situazione in un’intervista con The Hollywood Reporter. Ecco le sue dichiarazioni:

“Quando ero agli inizi ho dovuto stringere i denti e accettare diversi lavori gratis. Ancora oggi accetto delle riduzioni pur di prendere parte a certi progetti. Non ho intenzione di versare lacrime per chi vuole essere parte di questo business, partecipa a qualcosa di successo e poi non viene pagato abbastanza. Non è questo l’accordo che hai fatto. Se così fosse, a quest’ora avrei più di un paio di Ferrari per tutti i soldi che avrei dovuto effettivamente guadagnare. Da qualche parte devi pur cominciare”.

In merito al possibile ritorno di Sam Taylor-Johnson dietro la macchina da presa, la Brunetti ha detto: “Non ne ho idea. Non sappiamo davvero cosa faremo. Ancora non ci siamo incontrati per parlare del nuovo film”.

Fonte