Samuel L. Jackson

Che Samuel L. Jackson sia un eprsonaggio senza peli sulla lingua, non è una novità. La sua carriera è una delle più prolifiche di Hollywood e le sue scelte artistiche lasciano qualche volta a desiderare, pur riservandoci sempre collaborazioni importanti e performance notevoli.

In merito alla nuova stagione dei premi, l’attore ha parlato con The Wrap dei film che vedremo protagonisti della corsa agli Oscar e coem al solito non si è risparmiato critiche e anche osservazioni interessanti. In merito a Manchester By the Sea e a Moonlight, trai film, insieme a La la Land che stanno conquistando il cuore delle giurie di tutta Hollywood, Samuel L. Jackson ha detto: “La politica di quello che è accaduto negli ultimi anni è molto interessante qui a Hollywood. I film che hanno scelto per dirlo sono davvero magnifici sapete, Manchester by the Sea, oh mio dio, dovete vederlo, è un film meraviglioso. Ma, ehh, io credo che per qualcuno non sia un film inclusivo, sapete cosa intendo? Sono sicuro che Moonlight sarà considerato allo stesso modo. Diranno ‘Questo è un film per neri, dove sono i bianchi?’ mentre i neri diranno lo stesso di Manchester By the Sea.”

Molto più caustico è invece l’attore in merito ai classici titoli acchiappa Oscar. In particolare ha citato Collateral Beauty con Will Smith. “Ci sono tutti questi film da Oscar. Guardavo il trailer di quel film con Will Smith e ho pensato, sul serio?Un altro di quei film che ci vogliono dire ‘ Oh mi Dio la vita è bella, trova il tempo di annusare i fiori’?”. Come a dire, un altro film banale sul senso della vita.

Come al solito la sua posizione resta caustica nei confronti del funzionamento della macchina hollywoodiana, all’interno della quale però si continua a muovere con grande agilità.

Che ne pensate?

CORRELATI:

Fonte: SR