Shia LaBeouf Borg/McEnroe

Shia LaBeouf ha avuto una carriera alquanto altalenante. ‘Esploso’ con Transformers di Michael Bay, l’attore ha poi proseguito il franchise, fino al terzo capitolo, salvo poi fare marcia indietro e prendere delle strade più insolite.

 

In questo periodo turbolento ha fatto numerose dichiarazioni contro i collaboratori che ha avuto nel mondo di Hollywood e in particolare contro Steven Spielberg, che in realtà lo aveva preso sotto la sua ala protettrice all’inizio carriera. Ecco cosa aveva dichiarato in passato: “Arrivi e realizzi che non stai incontrando lo Spielberg dei tuoi sogni. Incontri uno Spielberg differente, che si trova in un altro stadio della sua carriera. È più una fottuta azienda che un regista […] I set di Spielberg sono programmati in maniera meticolosa. In 37 secondi hai fatto quello che dovevi fare e detto la tua battuta. Lo fai per cinque anni e poi capisci che non è quello che vuoi fare per vivere. Non mi piacciono i lungometraggi che ho fatto con Steven Spielberg. L’unico che apprezzo è il primo Transformers.”

Shia LaBeouf fa marcia indietro su Steven Spielberg

Oggi però è arrivato il momento dei ripensamenti. Apparentemente più equilibrato degli anni passati, ospite a una trasmissione radiofonica, Shia LaBeouf ha detto: “A volte combino casini. Probabilmente potevo andarci più leggero su Spielberg, e forse avrei potuto smentire immediatamente quelle cose. Ma i miei sentimenti nei suoi confronti sono veri, è stato lui a darmi grandi opportunità.”

Un netto cambio di direzione! Che ci sia nel suoimmediato futuro il desiderio di rientrare nella cerchia della Hollywood tradizionale?