Spider-Man Homecoming: Michael Keaton elogia l’efficienza della Marvel

-

Intervistato da Deadline riguardo alla forte crescita del filone cinematografico supereroistico cresciuto esponenzialmente nel corso degli ultimi anni, Michael Keaton ha confessato di ammirare moltissimo il lavoro compiuto dalle major e dai professionisti di settore all’intento dei cinecomics, in particolare spendendo moltissime parole di elogio verso l’efficienza e la professionalità dimostrata dai Marvel Studios sperimentata durante la recente partecipazione a Spider-Man Homecoming.

Spider-Man Homecoming: Tony Stark porta le ferite della battaglia di Civil War?

Già avvezzo al filone supereroistico (all’interno dell’universo DC) grazie all’ormai iconico personaggio di Bruce Wayne nei celebri BatmanBatman Returns entrambi di Tim Burton – e reduce dalla recente fatica di The Founder dedicata al fondatore della catena di fast food McDonald’s – Michael Keaton ha parlato del suo ruolo di Avvoltoio nell’atteso Spider-Man Homecoming, descrivendo la sua inclusione nel MCU come estremamente positiva: “è un’esperienza che mi ha colpito sotto molti aspetti differenti. Si parte con il vedere le cose da una certa distanza, tutto dipende dalla prospettiva con cui si osservano le cose,  e alla fine si ottiene un ottimo risultato. Ho pensato al modo in cui le cose sono cambiate nel corso degli anni, e alla fine ho capito ciò che mi ha spinto perché a realizzare Spider-Man Homecoming. La Marvel è una macchina ben oliata. È notevole il modo in cui hanno ottenuto un prodotto di elevatissimo standard qualitativo“.

Sinceramente impressionato del destino dei film di supereroi nel corso degli ultimi anni, Michael Keaton ha dunque accolto con grande interesse la propria di entrare nell’universo Marvel con Spider-Man Homecoming, affermando che “si tratta di una reale produttiva davvero efficiente, nel senso migliore del termine,  funziona davvero bene a livello pratico. Sono molto organizzati su tutto ciò che fanno e hanno davvero meravigliosi attori per ogni evenienza. Batman ha sempre avuto grandi attori capaci di circondare il personaggio. Abbiamo avuto Pat Hingle e tutti questi artisti formidabili. Hanno davvero ottenere che lo script fosse sensazionale, e nel pieno rispetto della saga originale“.

Diretto da Jon Wattsnel cast di Spider-Man Homecoming protagonista Tom Holland nei panni di Peter Parker, Marisa Tomei in quelli di zia May e Zendaya sarà invece Michelle.

Al cast si aggiungono Michael KeatonMichael Barbieri, Donald Glover, Logan Marshall-Green, Martin Starr, Abraham Attah, Selenis Leyva, Hannibal Buress, Isabella Amara, Jorge Lendeborg Jr., J.J. Totah, Michael Mando, Bokeem Woodbine, Tyne Daly Kenneth Choi.

La trama ufficiale di Spider-Man Homecoming

Il giovane Peter Parker/Spider-Man (Tom Holland) che ha fatto il suo sensazionale debutto in Spider-Man Homecoming cerca il suo posto nel mondo come il supereroe SpiderMan. Entusiasta per la sua esperienza con i vendicatore Peter torna a casa, dove vive con la sia Zia May (Marisa Tomei), sotto l’occhio vigile del suom mentore Tony Stark (Robert Downey, Jr.). Mentre Peter cerca di riprendere la sua normale routine quotidiana una nuova minaccia sorge e un nuovo cattivo, Vulture (Michael Keaton) mette in pericolo la città di New York e metterà a dura prova Spider-Man.

Spider-Man Homecoming è prodotto da Kevin Feige e il team creativo dei Marvel Studios, supervisionato e co-prodotto da Amy Pascal della Sony Pictures che ne detiene i diritti e che ne supervisione lo sviluppo da oltre dieci anni.

Il film si basa su una sceneggiatura scritta da Jonathan Goldstein, John Francis Daley, Jon Watts, Christopher Ford e Chris McKenna, Erik Sommers. Spider-Man è un personaggio creato da Stan Lee e Steve Ditk.

Fonte: Deadline

Matteo Vergani
Matteo Vergani
Laureato in Linguaggi dei Media all'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, studiato regia a indirizzo horror e fantasy presso l'Accademia di Cinema e Televisione Griffith di Roma. Appassionato del cinema di genere e delle forme sperimentali, sviluppa un grande interesse per le pratiche di restauro audiovisivo, per il cinema muto e le correnti surrealiste, oltre che per la storia del cinema, della radio e della televisione.

Articoli correlati

- Pubblicità -

ALTRE STORIE

Dall'alto di una fredda torre Vanessa Scalera

Dall’alto di una fredda torre, la scelta di Vanessa Scalera ed...

Al cinema dal 13 giugno, distribuito da Lucky Red, la storia di Dall'alto di una fredda torre (qui la recensione) nasce sul palcoscenico del teatro,...
- Pubblicità -