Rogue One - Wedge-Antilles

Nonostante il recente successo di Rogue One A Star Wars Story sia in gran parte dipeso dall’introduzione sul grande schermo di nuovi personaggi come Jyn Erso e il Capitano Cassian Andor, i fan hanno apprezzato con grande favore il ritorno di alcuni volti noti e lungamente amati provenienti dalla mitologia orinale di Star Wars, tra cui il villain Darth Vader, il Grand Moff Tarkin e ovviamente il crepuscolare cameo finale di Carrie Fisher nei panni della storica Principessa Leia. Tuttavia molti si sono che dimostrati alquanto scontenti della decisione del regista Gareth Edwards di non voler includere nella narrazione dello spin-off altri personaggi molto apprezzati, e tra di essi il grade assente è stato sicuramente il pilota  Wedge Antilles.

 

Rogue One: un nuovo romanzo rivelerà la storia di Chirrut e Baze

Divenuto famoso nella trilogia originale di Star Wars grazie al volto di Denis Lawosn – e in seguito ripreso nell’universo derivato della serie televisiva animata Star Wars Rebels – Wedge Antilles viene ricordato come il leggendario pilota X-wing dell’Alleanza Ribelle protagonista della famosa Guerra Civile Galattica e uno dei pochi sopravvissuti delle storiche battaglie di YavinEndorHoth, oltre a diventare un autentico eroe popolare grazie al suo faccia-a-faccia con la terribile Morte Nera.

L’apparizione di Wedge Antilles in Rogue One sarebbe dunque risultata più che coerente e necessaria, tanto che il creative producer di Lucasfilm Pablo Hidalgo è stato più volte bombardato sul proprio account Twitter dalle richieste di spiegazioni furibonde da parte dei fan che reclamavano la presenza non avvenuta del celebre pilota. A tali critiche Hidalgo ha risposto che la presenza di Wedge Antilles in Rogue One avrebbe, secondo i vertici creativi del progetto, contraddetto la trilogia originale di Star Wars, in quanto la Battaglia di Yavin sarebbe stata la prima volta in cui il pilota si sarebbe trovato a tu-per-tu con l’imponente Morte Nera, e dunque si voleva preservare intatta la celebre inquadratura di stupore e la storica battuta (“Guardate le dimensioni di quella cosa!“). Infatti, se Wedge Antilles avesse combattuto a Scarif, sicuramente avrebbe auto modo di contare la Morte Nera ben prima, e dunque la sua esclamazione di sorpresa e stupore sarebbe risultata incongruente.

Questa piccola finezza narrativa che ha dunque escluso la presenza di Wedge Antilles dalla narrazione di Rogue One dimostra come i vertici creativi di Lucasfilm prestino davvero molta attenzione ai piccoli dettagli riguardanti le varie diramazioni dell’universo di Star Wars, in modo da incontrare il più possibile i gusti e le aspettative dei fan più esigenti.

Rogue One a Star Wars Story recensione del film

CORRELATI:

Rogue One A Star Wars Story: il trailer internazionale finale

Diretto da Gareth Edwards su una sceneggiatura di Gary Whitta e Chris WeitzRogue One a Star Wars Story è un film prequel ambientato negli anni tra La Vendetta dei Sith Una Nuova Speranza. Nel cast del film Felicity JonesMads MikkelsenRiz AhmedDiego LunaForest Whitaker, Jiang Wen e Ben Mendelsohn. 

Fonte: Star Wars News Net