C'era una volta a... Hollywood

I destini di John Travolta e Quentin Tarantino tornano ad incrociarsi per una questione abbastanza divertente che riguarda l’ultima fatica del celebre regista e sceneggiatore, ossia C’era una volta a Hollywood: Travolta, che ha visto il film, ha infatti dichiarato di aver scovato al suo interno un errore.

 

In occasione di un recente Q&A a seguito di una proiezione del suo ultimo film, The Fanatic, l’interprete di Vincent Vega in Pulp Fiction ha spiegato di aver riscontrato un errore storico nella scena della resa dei conti finale tra Cliff Booth (Brad Pitt), Rick Dalton (Leonardo DiCaprio) e i seguaci di Charles Manson.

“Il personaggio di Leonardo DiCaprio sta tornando a casa dall’Italia o da dove si trovava”, ha spiegato Travolta ai fan presenti al Q&A. “La voce narrante dice che ha preso un Boeing 747. Bene: il 747 è stato collaudato per la prima volta nel febbraio 1969, ma è entrato ufficialmente in servizio nel gennaio 1970. Mancavano nove mesi! Avrebbe dovuto essere su un Boeing 707!”.

Ma com’è possibile che John Travolta sia così informato sul mondo dell’aviazione? Forse non tutti sanno che l’attore possiede il brevetto di pilota di aerei di linea ed è un vero e proprio appassionato di storia dell’aeronautica. Inoltre, l’errore scovato da Travolta dimostra quanto egli non sia soltanto un amico e collega di Quentin Tarantino, ma anche un attento osservatore dei suoi film.

Ad ogni modo, un simile errore nel nono film di Tarantino potrebbe essere giustificato dal fatto che tutta la pellicola non è altro che una versione di Hollywood e della storia di quel determinato periodo storico (il 1969) filtrata attraverso i ricordi nostalgici dello stesso regista.

LEGGI ANCHE – C’era una volta a Hollywood: tutti i collegamenti con i vecchi film di Tarantino

Tra i più grandi film della carriera di John Travolta, è impossibile non annoverare Pulp Fiction, il capolavoro di Quentin Tarantino che nel 1994 contribuì a rilanciare la carriera del divo de La Febbre del Sabato Sera e Grease, tanto da fargli conquistare la sua seconda candidatura agli Oscar come Miglior Attore Protagonista.

Ricordiamo che C’era una volta a Hollywood ha ricevuto 5 nomination ai Golden Globes 2020, incluso Miglior Film (Musical o Commedia), Miglior Regia, Miglior Attore Protagonista (Musical o Commedia) per Leonardo DiCaprio e Miglior Attore Non Protagonista per Brad Pitt.

Fonte: The Wrap