Clint Eastwood

Due giorni fa gli studios della Warner Bros a Hollywood sono stati soggetti ad un incendio. L’evento è stato presto domato, ma come c’è da aspettarsi, ha generato una certa agitazione e l’evacuazione preventiva dei locali vicini alle colonne di fumo.

 

A quanto pare, però, Clint Eastwood non si è lasciato intimidire, rifiutandosi di lasciare l’edificio e chiudendosi in sala di missaggio per il film a cui sta lavorando (Richard Jewell). A raccontare la storia è stato un testimone oculare, il figlio del regista, Scott.

Il giovane attore figlio d’arte ha condiviso su Instagram un mini video in cui mostra le colonne di fumo innalzarsi intorno ai locali dello studio, e ha accompagnato il video con questa didascalia:

“Questo video è di un paio di ore fa. La sicurezza ci ha detto di evacuare lo studio. Ma mio padre di 89 anni ha detto: “No, stiamo bene, c’è del lavoro da fare.” Poi siamo andati nella sala di missaggio a guardare il suo nuovo film, Richard Jewell. Come direbbe lui ‘torna al lavoro e stai zitto’. Storia vera. A proposito, era sabato.”

Che tempra, Clint!

Ecco il video condiviso da Eastwood junior su Instagram:

Richard Jewell: trailer del film di Clint Eastwood

Richard Jewell, il film di Clint Eastwood basato su fatti realmente accaduti, con Sam Rockwell, Kathy Bates, Jon Hamm, Olivia Wilde e Paul Walter Hauser, uscirà nelle sale italiane da giovedì 16 gennaio 2020.

Diretto da Clint Eastwood e basato su fatti realmente accaduti, Richard Jewell è la storia di ciò che può accadere quando quel che viene riportato oscura la verità.