star wars l'ascesa di skywalker

Star Wars: L’Ascesa di Skywalker è arrivato ieri nelle sale italiane e domani farà il suo debutto anche in America. Nonostante il film sia stato accolto dalla critica internazionale in maniera contrastante, è innegabile quanto rappresenti per tutti i fan della saga un’appuntamento davvero speciale, dal momento che segna la fine di un’arco narrativo durato ben 42 anni.

 
 

Altrettanto speciale è il significato che il progetto assume per tutti coloro che sono stati coinvolti nella realizzazione di Star Wars: L’Ascesa di Skywalker, a partire dalla Lucasfilm, dal regista J.J. Abrams e dalla crew, fino ad arrivare naturalmente al cast, per il quale Episodio IX deve aver sicuramente rappresentato una grande sfida dal punto di vista emotivo.

Ne sa qualcosa Daisy Ridley, interprete del personaggio fulcro della trilogia sequel, ossia Rey, che in una recente intervista con Entertainment Tonight ha rivelato di essere dovuta scappar via dalla premiere mondiale del film perché sopraffatta dalle emozioni: l’attrice ha spiegato di aver provato ad allontanarsi dalla folla dopo la fine della visione del film, per poter piangere in solitudine e regalarsi un momento “privato” in cui lasciar andare tutte le emozioni legate alla fine di un’esperienza professionale e personale di valore certamente inestimabile.

“Eravamo tutti un po’ sconvolti”, ha spiegato Daisy Ridley. “Stavo cercando di allontanarmi dagli altri e scappare in macchina per poter piangere da sola, ma la produttrice Michelle Rejwan e lo sceneggiatore Chris Terrio mi hanno detto: ‘No, dai. Continua!’. Allora io gli ho detto: ‘Non voglio piangere di fronte e voi. Voglio solo salire in macchina’.”

L’attrice ha poi aggiunto: “È un’esperienza che ti risucchia le energie. Sei talmente coinvolto quando giri i film che elabori tutte le emozioni soltanto alla fine. Quindi, all’improvviso, ti ritrovi sopraffatto e pensi: ‘O mio Dio! È tutto così travolgente!’.”

LEGGI ANCHE – Star Wars: L’Ascesa di Skywalker, recensione del film conclusivo della saga

Star Wars: L’Ascesa di Skywalker, capitolo conclusivo della nuova trilogia del franchise diretto da J.J. Abrams, arriverà nei cinema a dicembre 2019.

Nel cast Daisy RidleyOscar IsaacJohn BoyegaKelly Marie TranNaomi AckieJoonas Suotamo, Adam Driver, Anthony DanielsBilly Dee Williams Lupita Nyong’o, Domhnall Gleeson, Billie Lourd e il veterano del franchise Mark Hamill. Tra le new entry c’è Richard E. Grant.

Il ruolo di Leia Organa sarà interpretato di nuovo da Carrie Fisher, usando del girato mai visto prima da Star Wars: Il Risveglio della Forza. “Tutti noi amiamo disperatamente Carrie Fisher – ha dichiarato Abrams – Abbiamo cercato una perfetta conclusione alla saga degli Skywalker nonostante la sua assenza. Non sceglieremo mai un altra attrice per il ruolo, né mai potremmo usare la computer grafica. Con il supporto e la benedizione della figlia, Billie, abbiamo trovato il modo di onorare l’eredità di Carrie e il ruolo di Leia in Episodio IX, usando del girato mai visto che abbiamo girato insieme per Episodio VII.”