black

Arriva da Deadline la notizia che la Warner Bros., in collaborazione con Studio 8, è al lavoro sullo sviluppo di un adattamento cinematografico di Black, serie a fumetti creata da Kwanza Osajyefo e Tim Smith III. Il fumetto è ambientato in un mondo in cui soltanto alle persone di colore è concesso avere dei superpoteri.

Dopo aver lavorato sia per la Marvel che per DC, Osajyefo desiderava disperatamente creare qualcosa che parlasse ai lettori di colore, una fascia demografica troppo spesso minimizzata o completamente ignorata. L’idea di un mondo in cui solo i neri avessero dei superpoteri iniziò così a serpeggiare nella sua mente.

Alla fine, Osajyefo organizzò una campagna Kickstarter per cercare di dare ufficialmente vita al progetto. Nel 2017 venne rilasciato il primo numero di Black. Da allora, sono stati pubblicati altri cinque numeri del fumetto che, negli anni, ha riscosso un grande successo. La storia originale racconta di un giovane ragazzo di colore di nome Kareem che, dopo essere sopravvissuto ad uno scontro con la polizia, scopre che i neri hanno dei super poteri nascosti che altri non possiedono.

Affrontando i problemi del mondo reale che continuano ad affliggere la comunità afroamericana, Black è riuscito a lasciare un solco profondo nel mondo dell’editoria e dei fumetti. Al momento la Warner Bros. è ancora alla ricerca di un regista, mentre pare che Bryan Edward Hill (Titans, Ash vs. Evil Dead) abbia già completato la sceneggiatura. La storia del film sarà fedele al primo numero della serie: racconterà, quindi, di un giovane uomo di colore che, dopo essere stato braccato dalla polizia, scopre di avere dei superpoteri e che un consorzio segreto desidera sfruttare e controllare queste sue abilità.

Parlando del fumetto e dell’adattamento cinematografico, Kwanza Osajyefo ha dichiarato: “Parte dell’ispirazione per Black è venuta dalla mia esperienza circa la mancanza di rappresentazione nell’editoria e nei fumetti, e di come ciò sia direttamente correlato alla scarsità di personaggi neri. Per la maggior parte della storia dei fumetti, gli emarginati bianchi sono stati usati come allegorie per gruppi emarginati, mentre affermavano di riflettere il mondo che ci circondava. Black toglie questa patina per giustapporre i superpoteri con la razza, consentendo ai neri di rispecchiarsi autenticamente nei media e invitando un pubblico più ampio a essere parte della nostra esperienza. Siamo entusiasti di portare questa storia a tutti attraverso il film e siamo grati a Studio 8 per averci creduto.”