indiana jones 5 indiana jones e il tempio maledetto

Durante una recente intervista con AP Entertainment in occasione della promozione de Il Richiamo della Foresta (da ieri nelle nostre sale), Harrison Ford ha parlato brevemente di Indiana Jones 5, il nuovo capitolo della celebre saga che vedrà l’iconico attore nuovamente nei panni dell’archeologo nato dalla mente di George Lucas.

Nel corso dell’intervista, Ford ha parlato della preparazione al ruolo, rivelando un dettagli molto curioso che forse anche i fan più accaniti della saga ignoravano: “Ogni volta devo imparare ad usare la frusta di nuovo”, ha spiegato l’attore. “Perché è una cosa che poi non faccio più.”

In un’altra intervista con IGN, invece, Harrison ha svelato qualche dettaglio in più a proposito della trama del film: “Parte della storia di Indy si risolverà. Non posso svelare molti dettagli, anche perché non mi sembra corretto, ma vedremo nuovi sviluppi per quanto riguarda la sua vita e le sue relazioni. La sceneggiatura è molto valida. Non vedo l’ora di iniziare a girare.”

LEGGI ANCHE – Indiana Jones 5 non sarà un reboot della saga

Indiana Jones 5 vedrà tornare Steven Spielberg e il leggendario protagonista, Harrison Ford. I veterani del franchise, Kathleen Kennedy e Frank Marshall, si occuperanno della produzione. A firmare la sceneggiatura sarà Jonathan Kasdan, figlio di Lawrence Kasdan (autore dello script de I predatori dell’arca perduta).

Si tratterà del primo film della serie a cui George Lucas non lavorerà, e sembra che questa cosa turbi un po’ Marshall che, consapevole del nuovo regime produttivo, ha comunque in altre sedi esternato il suo dispiacere per non poter godere anche questa volta della presenza e della consulenza di Lucas al film.

Alan Horn, Presidente dei Walt Disney Studios, aveva dichiarato: “Indiana Jones è uno dei più grandi eroi della storia del cinema. È raro avere una tale perfetta combinazione di regista, produttori, attore e personaggi e noi non potevamo essere più eccitati di avere quest’altra avventura con Harrison e Steven.”