indiana jones 5 indiana jones e il tempio maledetto

Kathleen Kennedy, presidente della Lucasfilm, ha confermato che Indiana Jones 5 non sarà un reboot della saga. La notizia di un nuovo capitolo del franchise risale ormai a tre anni fa, con Harrison Ford che tornerà ufficialmente nei panni dell’iconico personaggio e Steven Spielberg coinvolto ancora una volta dietro la macchina da presa. Il film sarebbe dovuto arrivare nelle sale lo scorso anno: dopo essere stato ufficialmente posticipato, una nuova data di uscita non è ancora stata annunciata.

 

Adesso, è stata proprio Kathleen Kennedy ad aggiornare brevemente sul film in occasione del red carpet dei BAFTA 2020. Ai microfoni della BBC, infatti, la produttrice cinematografica ha speigato: “Ci stiamo ancora lavorando. Stiamo portando la sceneggiatura nella direzione che ci sembra più opportuna. Poi saremo pronti a partire”. Nel corso degli anni, lo script di Indiana Jones 5 è stato rimaneggiato più e più volte: ciononostante, la Kennedy ha confermato che il film “non sarà un reboot, ma un prosieguo della saga”.

Stando a quanto emerso online ad agosto dello scorso anno, le riprese del film dovrebbero partire a Londra il prossimo aprile. Riuscirà la sceneggiatura ad essere pronta entro due mesi? In attesa di nuovi aggiornamenti, ricordiamo che dal 20 febbraio Harrison Ford sarà nelle nostre sale con Il Richiamo della Foresta, nuovo adattamento del celebre romanzo di Jack London.

LEGGI ANCHE – Indiana Jones e il Tempio Maledetto: 10 cose da sapere sul film

Indiana Jones 5 vedrà tornare Steven Spielberg e il leggendario protagonista, Harrison Ford. I veterani del franchise, Kathleen Kennedy e Frank Marshall, si occuperanno della produzione. A firmare la sceneggiatura sarà Jonathan Kasdan, figlio di Lawrence Kasdan (autore dello script de I predatori dell’arca perduta).

Si tratterà del primo film della serie a cui George Lucas non lavorerà, e sembra che questa cosa turbi un po’ Marshall che, consapevole del nuovo regime produttivo, ha comunque in altre sedi esternato il suo dispiacere per non poter godere anche questa volta della presenza e della consulenza di Lucas al film.

Alan Horn, Presidente dei Walt Disney Studios, aveva dichiarato: “Indiana Jones è uno dei più grandi eroi della storia del cinema. È raro avere una tale perfetta combinazione di regista, produttori, attore e personaggi e noi non potevamo essere più eccitati di avere quest’altra avventura con Harrison e Steven.”