Il primo Deadpool, uscito nelle sale nel 2016, ha sicuramente ridefinito alcune concezioni alla base della realizzazione di un film di supereroi di successo. Il cinecomic con Ryan Reynolds, infatti, è passato alla storia per aver battuto numerosi record nonostante il budget ridotto, e ora è stato l’interprete di Wade Wilson a riflettere sulla questione, spiegando quanto sia stato proprio quel budget ad aiutare il film a lungo termine.

 

Il personaggio di Deadpool era sempre stato considerato dalla Fox degno di essere esplorato sul grande schermo, ma a causa del flop di Lanterna Verde del 2011 (sempre con Reynolds protagonista), lo studio era parecchio titubante. Secondo alcune voci, proprio per questo motivo Fox – solo 48 ore prima che Deadpool ricevesse ufficialmente il via libera – arrivò a tagliare il budget di circa 8 milioni, lasciando a Reynolds e soci solo 58 milioni con cui realizzare il loro film. Alla fine, Deadpool conquistò circa 800 milioni di dollari al box office mondiale, diventando il progetto ideale di ogni studio cinematografico (budget ridotto e incassi al di sopra delle aspettative).

Naturalmente, Ryan Reynolds è molto orgoglioso dei risultati che sono stati raggiunti dal film. In una recente intervista con Entrepreneur, l’attore canadese ha spiegato che, proprio grazie al successo di Deadpool, oggi più che mai ritiene che un budget ridotto possa effettivamente rappresentare un vantaggio. “Ogni volta che lo studio sottraeva denaro al nostro buget, sostituivamo qualsiasi situazione che perdevamo con un personaggio”, ha spiegato. “Alla fine questo è diventato il segno distintivo del progetto, la caratteristica distintiva di quella proprietà. Le persone non ricordano tutte quelle sciocchezze legate al dover salvare il mondo, ecc… Ricordano quello che il personaggio dice o come reagisce in un determinato momento. Per me, quella lezione vale oro. Perché significa che puoi penetrare lo zeitgeist e fare colpo senza spendere un sacco di soldi e rovinare la banca.”

Il futuro di Deadpool al cinema

Dopo l’uscita di Deadpool 2 e l’acquisizione di Fox da parte di Disney, il futuro di Deadpool è stato per lungo tempo appeso al filo dell’incertezza. Tuttavia, lo scorso gennaio è stato confermato che Deadpool 3 si farà e che sarà ufficialmente collegato al MCU. Al momento le uniche informazioni sul film riguardano gli sceneggiatori: la Marvel, infatti, ha affidato a Wendy Molyneux e Lizzie Molyneux-Logelin (che andranno a sostituire i veterani Rhett Reese e Paul Wernick) il compito di scrivere il nuovo film.