Uscito nel 2004 e diretto da Pitof, Catwoman con Halle Berry era incentrato sulle avventure di Patience Phillips e si distaccava completamente dalla storia originale del personaggio dei fumetti DC. Il film è stato universalmente stroncato dalla critica, ha ottenuto sette nomination ai Razzie Awards e per anni si è portato dietro la fama di essere uno dei peggiori film mai realizzati (attualmente detiene una valutazione del 9% su Rotten Tomatoes).

Ora, in una recente intervista con EW, Halle Berry è tornata a riflettere sul suo coinvolgimento in Catwoman. L’attrice non si pente affatto di aver preso parte alla famigerata produzione, affermando che è stato uno lavori meglio pagati di tutta la sua carriera. “Per quanto mi riguarda, è stato uno dei compensi più alti di tutta la mia vita. Voglio dire… non c’è niente di sbagliato in questo. Non voglio pensare: ‘Oh, posso solo fare cose che meritano di essere premiate’. Dopotutto… che cos’è una performance degna di un premio?”

Catwoman venne ampiamente criticato soprattutto per la trama e per le scelte dietro alcuni personaggi. Nonostante i produttori avessero a disposizione una vasta gamma di materiali tra cui poter scegliere, soprattutto considerando la lunga storia di Selina Kyle nei fumetti DC e il suo complicato rapporto con i malviventi dell’universo di Batman, il film ha invece il personaggio di Patience scontrarsi e affrontare la minaccia dietro un’azienda di cosmetici. Lo stesso regista ha ammesso di non aver mai considerato i fumetti originali durante la lavorazione del film, dal momento che il suo intento era quello di dare vita ad un’iterazione della celebre ladra totalmente nuova.

Ricordiamo che il personaggio di Catwoman tornerà sul grande schermo, interpretato da Zoe Kravitz, nell’attesissimo The Batman di Matt Reeves, che arriverà al cinema il prossimo anno. Oltre a Kravitz e Berry, le altre attrici che hanno avuto la fortuna di interpretare l’iconico personaggio sono state il premio Oscar Anne Hathaway ne Il cavaliere oscuro – Il ritorno di Christopher Nolan, Michelle Pfeiffer in Batman – Il ritorno di Tim Burton (probabilmente la più iconica e amata rappresentazione di Selina Kyle al cinema) e Lee Mariwether nel film Batman del 1966.