loki

Nel gran finale di Loki è stato finalmente introdotto Colui che rimane, che abbiamo scoperto essere la mente creativa dietro la TVA. In realtà, il suo arrivo ha preparato il terreno al debutto di una delle sue varianti più malvage, ossia Kang il Conquistatore, che giocherà il ruolo di principale antagonista in Ant-Man and the Wasp: Quantumania.

Sono in molti a credere che Kang sarà il nuovo grande cattivo del MCU, quindi un paragone con Thanos è quasi inevitabile. Potrebbe volerci ancora molto tempo prima di scoprire realmente quale sarà il ruolo di Kang nel futuro del franchise di successo, eppure sembra che delle differenze sostanziali tra lui e il Titano Pazzo esistano già.

Durante un’ospitata all’interno del podcast di The Playlist, Michael Waldron, head writer di Loki e sceneggiatore dell’attesissimo Doctor Strange in the Multiverse of Madness, ha parlato proprio delle principali differenze che esistono tra Kang il Conquistatore e Thanos. Secondo lo sceneggiatore, i fan dovranno aspettarsi un nuovo cattivo del MCU molto più irregolare (nel senso di più caotico) rispetto al suo predecessore.

“La cosa più eccitante dell’aver dato origine a quel personaggio sulla pagina del MCU è stata creare un’energia completamente diversa da quella che rappresenta Thanos, che è misurata e basata su dei principi, quasi come un monaco alle prese con le sue aspirazioni malvagie. E ovviamente, Colui che rimane è una presenza molto più disordinata, caotica e narcisistica. Quindi è stato molto divertente.”

Non sappiamo cosa accadrà quando Kang il Conquistatore inizierà a far sentire davvero la sua presenza nel MCU, ma quel che è certo è che le cose non si metteranno bene per gli eroi più potenti della Terra. Senza dubbio, Kang è un cattivo che ha tutto il potenziale per diventare il nuovo Thanos dell’universo condiviso, nonché la mente dietro gli eventi che potrebbero condurre, chissà… forse a Secret Wars?