Martin Scorsese film

In una recente intervista rilasciata in esclusiva a Collider, lo sceneggiatore Eric Roth ha parlato di Killers of the Flower Moon, il nuovo attesissimo film di Martin Scorsese che vedrà recitare nuovamente insieme Leonardo DiCaprio Robert De Niro, per la prima volta diretti dal regista di Toro Scatenato e Taxi Driver. 

Le riprese del film, che verrà finanziato da Apple e distribuito nelle sale americane dalla Paramount Pictures, sarebbero dovute partire a marzo dello scorso anno, ma causa della pandemia di Covid-19 sono state posticipate al prossimo luglio. In merito al progetto, che potrà contare su un budget di 200 milioni di dollari, Roth ha spiegato: “So che Marty sta cercando di fare un film che, probabilmente, sarà l’ultimo Western che verrà realizzato in questo modo. Una sorta di Western definitivo, con questo incredibile documento sociale, la violenza, l’ambientazione e tutto il resto. Credo che, in un certo senso, sarà diverso da tutto ciò che avete visto finora. Per me sarà uno di quei film che resterà nei secoli.”

Parlando nello specifico della storia del film, lo sceneggiatore ha poi aggiunto: “Sarà un film in costume, perché è ambientato nel 1921. Siamo durante l’epoca del proibizionismo, ma l’ethos è quello tipico del Western. Ci sarà quel tipo di atmosfera legata alla giustizia occidentale e ci saranno anche molte riflessioni su chi sono i cattivi e chi sono i buoni. E poi arriva questa specie di eroe, Tom White, interpretato da Jesse Plemons, un ex mebro dei Texas Rangers. Non potrei chiedere più Western di così.”

A proposito del personaggio interpretato da Plemons, Roth ha specificato: “Non dire che Jesse è il protagonista. Direi piuttosto che è una specie di eroe designato. Credo sia più giusto, anche se alla fine i ruoli sono abbastanza equivalenti. Quello di Leonardo DiCaprio è allo stesso tempo interessante ma anche molto complicato. È un ruolo intelligente da far interpretare ad un attore intelligente. Se Montgomery Clift fosse vivo, penso che potrebbe pensare di interpretarlo.”

La trama del nuovo film di Martin Scorsese

Killers of the Flower Moon vedrà recitare per la prima volta insieme, in un film di Scorsese, Leonardo DiCaprio e Robert De Niro (in precedenza, i due avevano recitato insieme in Voglia di Ricominciare del 1993 e ne La stanza di Marvin del 1996).

In una vecchia intervista concessa a Cahiers du Cinéma, Martin Scorsese aveva così parlato del film: “Posso dire che sarà un western. È ambientato in Oklahoma tra il 1921 e il 1922. Ci saranno dei cowboy, che avranno sia delle vetture che dei cavalli. Il film racconterà soprattutto degli Osage, una tribù indiana alla quale viene donato questo territorio orribile: loro amavano questo territorio, perché pensavano che ai bianchi non sarebbe mai interessato. Poi ci hanno scoperto il petrolio e, per circa dieci anni, gli Osage sono diventati il popolo più ricco della Terra. Poi, come accaduto nello Yukon e nelle regioni minerarie del Colorado, sbarcarono gli avvoltoi, i bianchi, arrivarono gli europei, e tutto andò perduto. Laggiù, avevano così tanto potere e un tale controllo su tutto che era più probabile andare in prigione per avere ammazzato un cane che un indiano.”