François Ozon

Il Festival di Berlino ha annunciato che il suo film di apertura sarà Peter von Kant di François Ozon. Il film, interpretato da Denis Menochet, Isabelle Adjani e Hanna Schygulla, fa parte del Concorso Internazionale del festival e sarà presentato in anteprima mondiale il 10 febbraio al Berlinale Palast. Variety ha rivelato che il festival sta pianificando di andare avanti come evento in presenza e gli organizzatori hanno fornito ulteriori dettagli sul piano.

 
 

“Siamo più che entusiasti di dare il bentornato a François Ozon al festival e siamo felici di inaugurare la nostra prossima edizione con il suo nuovo film”, ha affermato il direttore artistico di Berlino Carlo Chatrian. “Per l’apertura di quest’anno, stavamo cercando un film che potesse portare leggerezza e brio nelle nostre cupe vite quotidiane. “Peter von Kant” è un tour de force teatrale attorno al concetto di blocco. Nelle mani di Ozon, il kammerspiel diventa il contenitore perfetto per amore e gelosia, seduzione e umorismo, anzi, tutto ciò che rende la vita e l’arte così intricate.”

Peter von Kant è una “libera interpretazione” del film di Rainer Werner Fassbinder del 1972 Die bitteren Tränen der Petra von Kant. Una descrizione ufficiale del festival recita: “Trasformando il personaggio di Petra von Kant in un uomo e in un regista, superbamente interpretato da Denis Menochet, François Ozon rende omaggio non solo al film originale ma anche allo stesso Fassbinder e, così facendo, offre con la sua consueta ironia un autoritratto molto personale e giocoso”.

Ozon torna in gara a Berlino per la sesta volta. Vent’anni prima, il suo cast per 8 Femmes ha vinto un Orso d’argento per l’eccezionale contributo artistico. Il film sarà proiettato quest’anno come parte dell’omaggio del festival a Isabelle Huppert. Nel 2019, Ozon ha ricevuto l’Orso d’argento Gran Premio della giuria per “Grâce à Dieu” (“Per grazia di Dio”).

Il festival di Berlino si svolgerà in forma ridotta dal 10 al 16 febbraio. Gli organizzatori hanno dichiarato che i cinema verranno riempiti al 50% e che non si organizzeranno feste o celebrazioni.