Anne Hathaway ha raccontato di test d’intesa “disgustosi” negli anni 2000: “Ora sappiamo farlo meglio”

-

In una nuova intervista con V Magazine in occasione della prossima uscita di The Idea of You, Anne Hathaway ha raccontato che i Chemistry Test per capire se due attori avessero chimica di fronte alla macchina da presa hanno fatto molta strada dai tempi delle sue audizioni negli anni 2000. Anche se la vincitrice dell’Oscar non ha citato nessun film in particolare, ha rivelato che una volta le è stato richiesto di baciare una manciata di uomini affinché la squadra dietro il film riuscisse a trovare il co-protagonista perfetto da affiancarle per un ruolo che lei aveva già ottenuto.

“Negli anni 2000 – e questo è successo a me – era considerato normale chiedere a un attore di baciarsi con altri attori per testare l’intesa, che in realtà è il modo peggiore per farlo”, ha detto Anne Hathaway. “Mi è stato detto: ‘Abbiamo 10 ragazzi che verranno oggi, e tu sei stata scelta. Non sei entusiasta di pomiciare con tutti loro?’ E ho pensato: ‘C’è qualcosa che non va in me?’ perché non ero affatto eccitata. Pensavo che suonasse disgustoso.”

“Ero così giovane e terribilmente consapevole di quanto fosse facile perdere tutto se mi avessero etichettata come ‘difficile’ (nel caso in cui si fosse rifiutata di fare i test, ndr), quindi ho semplicemente fatto finta di essere eccitata e sono andato avanti”, ha continuato Anne Hathaway. “Non era un gioco di potere, nessuno stava cercando di essere terribile o di ferirmi. Era semplicemente un momento molto diverso e ora lo sappiamo meglio.”

Hathaway non solo recita in The Idea of You, ma è anche una produttrice, il che significa che ha avuto voce in capitolo nel modo in cui la squadra dietro il film ha cercato di trovarle un co-protagonista. Basato sul romanzo di Robinne Lee, il film vede Hathaway nei panni di una mamma single quarantenne che si innamora del cantante ventiquattrenne della boy band più hot del mondo.

“Abbiamo chiesto a ciascuno degli attori in arrivo di scegliere una canzone che secondo loro il loro personaggio avrebbe amato, che avrebbero interpretato per far ballare il mio personaggio, e poi abbiamo fatto una breve piccola improvvisazione”, ha detto Hathaway a proposito di come è stato effettuato il Chemistry test per The Idea of You. “Ero seduta su una sedia come se fossimo tornati dalla cena o da una passeggiata o qualcosa del genere, abbiamo premuto play e abbiamo iniziato a ballare insieme.”

Nicholas Galitzine ha ottenuto la parte dopo aver scelto una canzone degli Alabama Shakes da ballare con Hathaway, che ha ricordato che Galitzine era “così ridicolmente perfetto” per il ruolo non appena è entrato nella stanza. “Ed è stato semplicemente facile”, ha aggiunto Anne Hathaway. “Ho sentito la voce [della cantante] Brittany [Howard] e ho iniziato a sorridere. E mi ha visto sorridere, quindi si è rilassato e abbiamo iniziato a ballare. Nessuno si metteva in mostra. Eravamo semplicemente in uno spazio a ballare. Ho guardato oltre e Michael Showalter, il nostro regista, era raggiante!”

Tratto dall’omonimo e acclamato romanzo, The Idea of You è incentrato su Solène (Anne Hathaway), una madre single quarantenne che inizia un’inaspettata storia d’amore con il ventiquattrenne Hayes Campbell (Nicholas Galitzine), il cantante degli August Moon, la boy band più in voga del pianeta. Costretta ad accompagnare la figlia adolescente al Coachella Music Festival, dopo che il suo ex ha rinunciato all’ultimo minuto, Solène incontra casualmente Hayes, con cui fin dal primo momento scocca un’innegabile scintilla. I due intraprendono un’appassionata relazione, ma non passa molto tempo prima che lo status di superstar di Hayes ponga delle inevitabili sfide alla loro storia e che Solène si renda conto di come la vita sotto i riflettori di lui potrebbe essere più di quanto si aspetti.

The Idea of You, con Anne Hathaway, dal 2 maggio disponibile in tutto il mondo su Prime Video.

Chiara Guida
Chiara Guida
Laureata in Storia e Critica del Cinema alla Sapienza di Roma, è una gionalista e si occupa di critica cinematografica. Co-fondatrice di Cinefilos.it, lavora come direttore della testata da quando è stata fondata, nel 2010. Dal 2017, data di pubblicazione del suo primo libro, è autrice di saggi critici sul cinema, attività che coniuga al lavoro al giornale.

Articoli correlati

- Pubblicità -

ALTRE STORIE

Dall'alto di una fredda torre Vanessa Scalera

Dall’alto di una fredda torre, la scelta di Vanessa Scalera ed...

Al cinema dal 13 giugno, distribuito da Lucky Red, la storia di Dall'alto di una fredda torre (qui la recensione) nasce sul palcoscenico del teatro,...
- Pubblicità -