Ben Affleck

Era il 2003 e i supereroi al cinema non erano ancora una cosa seria. Erano già arrivati gli X-Men e i primi Spider-Man e quindi c’era l’idea che questo tipo di film potessero essere delle pellicole d’autore, legate all’immaginario di un regista, fino a che non arrivò il Daredevil con Ben Affleck.

Nonostante il successo economico del film, il lavoro fatto da Mark Steven Johnson non fu esattamente un esempio di grande cinema o di progetto editoriale di alto profilo, e di questo il protagonista Ben Affleck, ne è perfettamente a conoscenza. L’attore, all’epoca del film già premio Oscar per la sceneggiatura di Will Hunting – Genio Ribelle, ha più volte parlato di quanto sia stato poco riuscito quel Daredevil e adesso è tornato sull’argomento.

In una clip tratta dal documentario Cinemability: The Art of Inclusion, Affleck parla brevemente del suo ritratto del supereroe cieco. L’attore esprime che era importante per lui capire cosa doveva provare chi era cieco, più che interpretare il ruolo stesso. Affleck lavorò con Tom Sullivan, un performer cieco, per preparare questo aspetto del personaggio e renderlo autentico. Per lui è stata quella pa parte “più interessante dell’intero film“, aggiungendo che, per il resto, si era trattato di un film “alquanto stupido“.

Ben Affleck aveva “predetto” l’avvento di Netflix nel 2003

Dopo Daredevil, Ben Affleck ha lavorato in diverse altre produzioni fallimentari, prima di tornare a brillare con l’esordio dietro la macchina da presa. L’Oscar per Argo ha sancito ufficialmente il suo grande talento, che tuttavia vive adesso un nuovo periodo di “oscurità” a causa di alcuni problemi personali che, piano piano, sta affrontando. In questi anni ha anche riprovato a interpretare un supereroe, accettando il ruolo del Batman di Zack Snyder, ma i risultati, sebbene interessanti, non possono essere definiti di successo.

Per quanto riguarda Daredevil, il Diavolo di Hell’S Kitchen ha trovato la sua dimensione sul piccolo schermo, con la serie a lui dedicata prodotta da Marvel Television per Netflix. Lo show, con protagonista Charlie Cox nei panni di Matt Murdock, arriverà con la terza stagione sulla piattaforma streaming a partire dal 19 ottobre prossimo.

Fonte: Cinemability: The Art of Inclusion