Ben Affleck

Nel 2003, Ben Affleck aveva “predetto” il modello di streaming adottato da Netflix, modello che oggi è diventato uno stile di vita per molti consumatori di programmi televisivi e film.

Nel 2003, era difficile prevedere che l’industria cinematografica e televisiva finisse per assomigliare all’industria musicale, dove i servizi di streaming a pagamento cominciarono a diffondersi dopo l’era dei servizi di condivisione di file, come Napster. Ora, Netflix è diventato così importante e diffuso da essere addirittura più frequentato della tv, in molte parti del mondo (non ancora l’Italia).

Netflix è stato creato nel 1997 e ha iniziato con il noleggio via posta di DVD. Nel 2007, la compagnia ha iniziato il suo servizio di streaming. Nel 2012, Netflix ha iniziato a produrre i propri contenuti. Da allora, il servizio della piattaforma ha offerto moltissime serie di grande successo come Orange is the new black, House of Cards, 13 e Stranger Things. Recentemente, anche Barack e Michele Obama hanno firmato un enorme accordo di produzione con Netflix che continua a raccogliere intorno a sé grandi firme, come Ryan Murphy e Shonda Rhimes.

John Backus, utente di Twitter, ha recentemente pubblicato una clip in cui Ben Affleck ha anticipato, nel 2003, quel sistema di servizi a pagamento in digitale che si sarebbe concretizzato poi in Netflix:

“Penso che un sistema basato su abbonamento annuale sia un sistema che possa funzionare, sarà una struttura a più livelli… Ci sono ancora molte cose che si devono sviluppare per bene, tecnologicamente parlando, nel modo in cui le persone possono integrare in termini di web e pc la fruizione dei film. La tecnologia non c’è ancora, ma ci sarà, nell’arco dei prossimi cinque anni, direi.”