Glenn Close 2017

L’esperienza nel mondo degli Avengers per Glenn Close sembra essersi conclusa già con Infinity War, ma non è ancora detta l’ultima parola per quel che riguarda il suo personaggio nel franchise di Guardiani della Galassia. Come tutti sanno però, la saga non sta godendo di un buon momento ed è molto probabile che il terzo capitolo verrà rimandato o del tutto cancellato. L’attrice non ha perso quindi l’occasione per parlare della sua esperienza sul set dei film di James Gunn, rivolgendo al regista recentemente licenziato dalla Disney parole di stima.

Stare sul set era come tornare all’infanzia. Prima di tutto, io ho sempre voluto far parte di un film come quello ed ero felicissima quando mi hanno scelto. Ero entusiasta di dover stare in una grande sala di controllo con la guerra che scoppiava fuori. Ma mentre giravamo non c’era niente, solo un ragazzo con una pallina da tennis che mi diceva ‘Guarda la palla e immagina’. E io ho pensato: ‘Posso farlo! Posso farlo! E’ facile.’ E’ stato molto divertente e devo dire che James Gunn è stato fantastico ed adorabile”.

L’attrice ha poi aggiunto “È difficile pensare al film senza di lui, è triste e fa emergere, credo, alcuni problemi molto spinosi intorno a questo movimento. Ne parlo con tutte le donne che conosco perché vogliono sapere cosa provano. E cosa dovremo fare? Specialmente in questo caso in cui qualcuno ha potuto rovinare la vita di una persona per qualcosa che ha scritto in un contesto completamente diverso dieci o dodici anni fa? Dovremo tornare tutti dietro nel tempo ed assicurarci che tutto quello che abbiamo detto sia politicamente corretto? Chi vorrebbe vivere così? C’è qualcosa di sbagliato in questo”.

Non esponendosi direttamente contro la Disney, Glenn Close ha fatto ugualmente intuire quale sia il suo pensiero in tutta questa situazione e dove propenda il suo appoggio. Si tratta dell’ennesimo membro del cast di Guardiani della Galassia a schierarsi con James Gunn, questo però non risolverà i problemi della serie che sicuramente per il terzo capitolo non riuscirà a mantenere la data d’uscita iniziale fissata per il 2020.