Altri tre film accolti con buoni applausi per Venezia. Si tratta di Meek’s Cutoff, diretto dall’americana Kelly Reichardt, di Post mortem, del cileno Pablo Larrain, e Detective Dee and the Mystery of the Phantom Flame di Tsui Hark.

Se i primi due sono esempi, molto diversi tra loro, di cinema d’autore di grande qualità, il terzo è un prodotto squisitamente commerciale che però reca la firma di un regista per il quale è impossibile essere anonimo.

 

Ma a quanti pare i film a Venezia sono presi un po’ alla larga, perché non si parla d’altro del fronte mondano: tutti ancora presi dai party del weekend. Se per la serata di oggi il più gettonato pare sia quello organizzato per il film diretto da Massimo Coppola, ieri per il who’s who del festival era d’obbligo farsi vedere alla festa per La passione, solo leggermente contrastata da “rivali” come Turturro e Colagrande, o quello dedicato al film di Mazzacurati.