altRisvegli

Regia: Penny Marshall

Anno:1990

Cast:Robert De Niro, Robi Williams, Julie Kavner, Max Von Sydow, Penelope Ann Miller.

 

Risvegli (titolo originale Awakenings) è un film del 1990 diretto da Penny Marshall, con Robert De Niro e Robin Williams. Entrambi tra i massimi esponenti della commedia americana moderna. Già un divo il primo, in ascesa il secondo. Un film da consigliare per le forti emozioni che suscita, le quali spingono fino alle lacrime. Lancia un bel messaggio di solidarietà, di amore e di speranza. Anche quando tutto sembra essere vano. L’interpretazione di De Niro rende questo lungometraggio coinvolgente, così come la storia di tutti i singoli pazienti.

Il film racconta la storia vera di un dottore, Oliver Sacks (nella finzione Malcolm Sayer, interpretato da Williams) che, nel 1969, scopre l’effetto positivo di un nuovo farmaco, la L-DOPA, sulla scorta delle nuove evidenze che il farmaco stava allora acquisendo nella terapia del morbo di Parkinson. Leonard Lowe (interpretato da De Niro) e il resto dei pazienti vengono risvegliati dopo aver vissuto per decenni in stato catatonico e si ritrovano a vivere una vita del tutto diversa dalla precedente. Sayer ha rimosso tutti i suoi pazienti da uno stato quasi incosciente ma, col passare del tempo, capisce di non poterli fermare dal ritornare di nuovo nello stato “dormiente”. Leonard però invoglia il dottor Sayer ad andare avanti, scontrandosi con l’amministrazione dell’ospedale – in particolare il dottor Kaufman (interpretato da John Heard) – che si rifiuta di permettere loro di far uscire i pazienti. La loro vittoria finale andrà però oltre la guarigione dei malati…

altBasato sui ricordi e l’esperienza di Oliver Sacks raccolte in un suo libro omonimo (usato da Harold Pinter come base per la sua opera teatrale “A Kind of Alaska” messa in scena nel 1982), è stato nominato agli Oscar per miglior film, migliore sceneggiatura non originale e miglior attore (De Niro). De Niro avrà anche una nomination al Golden Globes del 1991, sempre come migliore attore. Riconoscimenti meritati arrivatigli per l’interpretazione superba, coinvolgente e commovente, di uno dei pazienti, Leonard Lowe. Riuscendo ad interpretare tutte le fasi della sua malattia. Dalla momentanea guarigione fino al ritorno allo stato iniziale. Molto bravo anche Robin Williams nelle vesti del dottor Malcolm Sayer, timido e introverso dottore, ma anche molto determinato.

Per quanto riguarda la regista, Penny Marshall, ha cominciato la carriera come attrice, esordendo al cinema in Uffa papà, quanto rompi! (1968) di J. Paris e interpretando numerose serie televisive. La notorietà arriva nel 1976 con il telefilm Laverne e Shirley, da lei diretto e interpretato. Ancora televisione e qualche ruolo cinematografico prima dell’esordio alla regia per il grande schermo con Jumpin’ Jack Flash (1986). Nel 1988 dirige Big e nel 1990 ottiene un buon successo con Risvegli. Regista dotata di indubbie capacità narrative, sembra spesso troppo attenta alla patina sentimentale dei suoi racconti e non riesce quasi mai a sviluppare le potenzialità ironiche. Ragazze vincenti (1992) e Mezzo professore tra i marines (1994) confermano questo sospetto, mentre in Uno sguardo dal cielo (1996) il racconto è dominato da un patetismo moraleggiante. Ultimo film I ragazzi della mia vita del 2001, godibile commedia con spunti drammatici interpretata dalla brava Drew Barrymore. Insomma, Risvegli sembra essere proprio il suo film più riuscito.

Piccoli camei per il jazzista Dexter Gordon che appare come paziente, e dell’allora sconosciuto Vin Diesel, che interpreta un inserviente dell’ospedale.