The Witcher: Liam Hemsworth prende il posto di Henry Cavill

-

The Witcher è stato rinnovato per una quarta stagione da Netflix, anche se alla serie fantasy mancherà un volto familiare. Henry Cavill uscirà dalla produzione dopo il debutto della terza stagione, con Liam Hemsworth che assumerà il ruolo principale di Geralt di Rivia.

Lo streamer ha annunciato il rinnovo e le notizie sul casting sabato pomeriggio, mentre Liam Hemsworth e Henry Cavill che hanno rilasciato dichiarazioni. Leggendo il tono di entrambe le affermazioni, la decisione sembra essere un amichevole passaggio di testimone.

“Il mio viaggio nei panni di Geralt di Rivia è stato pieno sia di mostri che di avventure e, ahimè, deporrò il mio medaglione e le mie spade per la stagione 4”, ha detto Cavill in una dichiarazione su Instagram. “Al mio posto, il fantastico Mr. Liam Hemsworth assumerà il ruolo del Lupo Bianco. Come con il più grande dei personaggi letterari, passo il testimone con riverenza per il tempo trascorso a incarnare Geralt ed entusiasmo nel vedere l’interpretazione di Liam di questo uomo affascinante e ricco di sfumature. Liam, buon signore, questo personaggio ha una profondità così meravigliosa, divertiti a tuffarti e vedere cosa riesci a trovare.”

“Come fan di The Witcher, sono al settimo cielo sull’opportunità di interpretare Geralt di Rivia. Henry Cavill è stato un Geralt incredibile e sono onorato che mi stia consegnando le redini e mi abbia permesso di impugnare le lame del Lupo Bianco per il prossimo capitolo della sua avventura”, si legge nella dichiarazione di Hemsworth. “Henry, sono un tuo fan da anni e sono stato ispirato da ciò che hai portato a questo amato personaggio. Potrei avere degli stivali grandi da riempire, ma sono davvero entusiasta di entrare nel mondo di The Witcher”. 

Chiara Guida
Chiara Guida
Laureata in Storia e Critica del Cinema alla Sapienza di Roma, è una gionalista e si occupa di critica cinematografica. Co-fondatrice di Cinefilos.it, lavora come direttore della testata da quando è stata fondata, nel 2010. Dal 2017, data di pubblicazione del suo primo libro, è autrice di saggi critici sul cinema, attività che coniuga al lavoro al giornale.

Articoli correlati

- Pubblicità -
 

ALTRE STORIE

- Pubblicità -