Domina, Kasia Smutniak: “Livia Drusilla è la prima vera femminista”

70
Domina serie tv 2021 Kasia Smutniak
ph credit: Antonello & Montesi

Arriva il 14 maggio su Sky e NOW Domina, la nuova serie Sky Original con protagonista Kasia Smutniak mei panni di Livia Drusilla, terza moglie di Gaio. La sua incredibile storia ridefinì completamente le aspirazioni che a quel tempo una donna poteva perseguire, finendo per segnare per sempre le sorti dell’Impero Romano. Domina racconta per la prima volta dal punto di vista delle donne le lotte per il potere durante il principato di Gaio Ottaviano, il celebre Cesare Augusto, primo imperatore romano.

A parlare della serie è intervenuta Kasia Smutniak, che interpreta la protagonista da adulta, mentre nelle prime due puntate è la giovanissima Nadia Parkes a dare volto a questa figura storica sconosciuta eppure importantissima.

“La cosa che mi ha affascinata di più di questo progetto è che ruotava intorno ad una figura storica di una donna fondamentale per la sua epoca e allo stesso tempo così poco conosciuta – ha detto Smutniak – Poterla raccontare mi è sembrato importante in questo momento nel quale stiamo vivendo. Abbiamo bisogno di storie come questa, dove si raccontano donne forti e allo stesso tempo fragili, che hanno lasciato un grande impatto. Poterla mostrare così, in un progetto che mira a raccontare la storia dal punto di vista femminile è inedito, soprattutto perché l’intento della produzione era quello di raccontare la verità dei fatti. Spesso, in drammi storici, si romanzano le vicende, per dare più gusto alla storia, ma in questo caso Simon Burke ha dovuto tagliare dei fatti storici, perché non c’entravano nel racconto principale, non c’era abbastanza tempo, nonostante si tratti di una serie. Il fatto che sia un progetto internazionale interamente girato a Roma, a Cinecittà, per Sky lo ha reso ancora più speciale.”

In un momento storico in cui si discute molto la figura femminile, la storia di Livia Drusilla sembra essere arrivata con un tempismo perfetto: “Questo progetto è arrivato in un momento giusto per me. Credo che ogni donna, quando cresce, si guarda indietro e osserva il percorso e la fatica che ha fatto per arrivare dove si trova. Quando parlo di fatica, intendo il lavoro svolto per rimanere se stessa. Credo che serva un po’ di maturità per raccontare queste donne come Livia, delle donne dell’epoca. Quando poi si parla di diritti delle donne, dobbiamo renderci conto che in moltissimi posti nel mondo, le donne non hanno ancora diritti e vengono date in sposa senza il loro consenso, siamo indietro anni luce rispetto ad una situazione di parità. Questa storia ci ammonisce anche di un fatto: sapere che duemila anni fa certe cose sono state fatte da donne e che poi sono state cancellate dalla storia ci deve mettere in guardia. Credo che Livia Drusilla sia la prima vera femminista, ha avuto il potere di creare leggi che mirassero alla libertà delle donne, alla tutela dei figli, al diritto al divorzio senza dover rinunciare a tutto. Una volta le donne erano oggetto di riproduzione, quello che stiamo raggiungendo adesso in forma di diritti e uguaglianza va protetto, altrimenti può essere cancellato.”

Domina trama cast
ph credit: Antonello & Montesi

Domina, una storia di potere

Quando si parla di potere, si implica spesso una concezione negativa dello stesso e per lo più associata a uomini. Quello che fa Livia invece è esercitare una forma di potere differente: “Il potere nella nostra serie è quello di una donna che ne ha bisogno per sopravvivere, non perché lo desidera fine a se stesso. Ha a che fare con la sopravvivenza, quando hai la possibilità di scegliere per te hai potere. Livia Drusilla indossava pochissimi ori e orpelli, a differenza di quello che ci viene mostrato nel poster della serie, lì si ostenta il potere della ricchezza, ma il suo vero potere è inteso con la libertà, che è sempre potere, anche oggi.”

Ma a che scopo raccontare questa storia oggi? “La figura storica di donna che è diventata davvero famosa è Cleopatra, perché di lei è stato raccontato al cinema. È diventata una figura pop. L’intento di questa serie è quello di portare il mito di Livia alla luce. Quello che è importante nel nostro racconto è il punto di vista delle donne che la storia non ha tramandato.”

Accanto a Kasia Smutniak un grande cast internazionale: Matthew McNulty (Misfits) nei panni di Gaio Ottaviano; Claire Forlani (Vi presento Joe Black) interpreta Ottavia, sorella di Gaio; Christine Bottomley (The End of the F***ing World) sarà Scribonia; Colette Dalal Tchantcho (The Witcher) nei panni di Antigone; Ben Batt (Captain America: Il primo vendicatore) interpreta Agrippa. Insieme a loro, una star internazionale come Liam Cunningham (Il Trono di Spade) nel ruolo di Livio, padre di Livia Drusilla, e un’icona della cinematografia mondiale, Isabella Rossellini (Velluto Blu, La morte ti fa bella), che nella serie interpreterà la matrona Balbina.

Domina è una serie Sky Original prodotta da Sky Studios, Fifty Fathoms e Tiger Aspect Productions, con Cattleya nel ruolo di executive production service. Produttori esecutivi sono Patrick Spence, Marcus Wilson, Faye Dorn, Simon Burke e Claire McCarthy, insieme a John Phillips.  La distribuzione internazionale è affidata a NBCUniversal Global Distribution. Disponibile con tutti e otto gli episodi su Sky e NOW a partire dal 14 maggio.

Domina serie tv sky