The 100

E’ finalmente tornano in onda The 100, con la settima e ultima stagione e dopo aver visto il pilot il produttore e showrunner della serie tv ha rivelato alcuni approfondimenti sulla puntata andata in onda.

 

Attenzione: questo articolo contiene spoiler della prima puntata della stagione di The 100 , “From the Ashes”.

Mentre “From the Ashes” ha avuto luogo interamente a Sanctum, la civiltà che è stata la cornice della serie post-apocalittica della CW dall’inizio della stagione 6, ha rivelato nuove informazioni sull’anomalia che promette di espandere il mondo molto più di quello che credevano Clarke (Eliza Taylor) e tutta la compagnia – su un pianeta completamente nuovo. All’indomani del finale della sesta stagione, Octavia (Marie Avgeropoulos) è ancora provata dopo essere stata ferita da un Hope ormai adulto (Shelby Flannery), e Bellamy (Bob Morley) si è trovato ad affrontare un destino simile dopo essere stato attaccato e trascinato dai soldati che possono diventare invisibili usando una tecnologia futuristica.

Durante l’episodio, è stato rivelato molto di più su questi soldati invisibili, su come la loro missione è catturare alcuni personaggi preferiti dai fan e portarli in un posto chiamato Bardo. Dopo aver scoperto che Bellamy è stato portato lì, Echo (Tasya Teles), Gabriel (Chuku Modu) e Hope hanno attraversato l’anomalia insieme per riportarlo indietro. Riguardo a questo posto la produttrice ha rivelato: “Sicuramente il nome ha un significato e deriva dal buddismo“, dice Rothenberg a EW di questo misterioso Bardo. “È anche un nome dal suono accattivante. E impareremo tutto sulle persone che vivono attualmente in Bardo, quei soldati invisibili che abbiamo incontrato nella premiere. Saranno con noi per tutta la stagione.”

In merito al tempo e alla relatività: Uno dei modi in cui stiamo giustificando il viaggio nel tempo in questa stagione è che il tempo si sta muovendo a velocità diverse rispetto ai pianeti, il che significa che il tempo si sta muovendo più lentamente su [altri pianeti] rispetto a Sanctum“, dice Rothenberg. “L’intera questione della relatività è stata affrontata da Sean Crouch, uno dei nostri nuovi sceneggiatori su cui mi sono appoggiato molto per produrre una storyline molto più accurata quest’anno. Il concetto è che puoi passare anni su un pianeta, mentre si un altro pianta equivalgono a solo pochi minuti o giorni. Questo ci permette di raccontare la storia in un modo che non abbiamo mai fatto prima. L’episodio 2 dura un decennio, mentre su Sanctum non sta cambiando nulla. È un modo insolito per noi di raccontare la storia.”

Su Clarke e il suo crollo emotivo la Rothenberg ha evidenziare “Quando ho iniziato a pensare a come le persone affrontano il dolore e quanto dolore ha dovuto affrontare, ovviamente avendo perso sua madre giorni prima anche se è stato un anno per noi, molte volte non esprimi davvero quell’emozione nel modo giusto”, dice. “Molte volte stai pianificando il funerale e facendo tutti gli arrangiamenti, e quando tutti gli altri si sono addolorati e sono andati avanti, alla fine rimani colpito da quella perdita. Quindi volevo continuare un po’.”

The 100 7

The 100 7 è la settima stagione creata da Jason Rothenberg  per il network americano The CW. In The 100 7 ritornano i protagonisti Eliza Taylor come Clarke, Paige Turco come Dr. Abby Griffin, Bob Morley come Bellamy, Marie Avgeropoulos come Octavia, Devon Bostick come Jasper, Lindsey Morgan come Raven, Ricky Whittle come Lincoln, Christopher Larkin come Monty, Richard Harmon come Murphy, con Isaiah Washington come Chancellor Jaha e Henry Ian Cusick come Marcus Kane.

The 100 (pronunciato The Hundred) è una serie televisiva statunitense sviluppata da Jason Rothenberg, in onda sul network The CW dal 19 marzo 2014. La serie si basa sull’omonimo romanzo scritto da Kass Morgan, pubblicato il 3 settembre 2013. Il 16 settembre 2014 è stato pubblicato il sequel del romanzo, Day 21. Il 24 febbraio 2015 è stato pubblicato Homecoming, terzo romanzo della serie. Nonostante la prima stagione sia basata sul romanzo, serie e libro seguono due vie diverse.