Sul grande schermo sta per approdare un altro supereroe: Lanterna verde Dopo i successi pluridecennali di Superman, Batman, Spiderman, o più recenti come quelli di X-Men, I Fantastici 4 e Iron Man, sul grande schermo sta per approdare anche “Green lantern” (Lanterna verde). L’uscita è prevista per il 17 giugno 2011.

 
 

Lanterna verde è un personaggio dei fumetti creato nel 1940 dal genio di Martin Nodell e Bill Finger per la Dc Comics (numero 16 di “All american comics). Il fumetto si basa sulla storia del corpo di polizia spaziale denominato “Il Corpo delle Lanterne verdi”, che ha il compito di mantenere l’ordine nell’universo e di fronteggiare i pericoli che ne minacciano l’esistenza. Fondato dal popolo di immortali che vive sul Pianeta Oa, prende il posto del precedente organo di controllo, un gruppo di automi denominato “Manhunters” che ad un certo punto si è ribellato ai Guardiani. Da questa scissione è nata un’accesa guerra che coinvolge l’intero universo; il quale nella storia è diviso in settori, ognuno con propri pianeti membri.

Ogni volta che una Lanterna verde si ritira o perisce, l’anello sonda il Pianeta abitato più vicino alla ricerca di un essere con la determinazione, il coraggio e l’immaginazione necessarie per sfruttare il potere di tale arma. E qui subentra la trama del film: il lungometraggio racconterà di fatto come Hal Jordan sia diventato il primo terrestre a vestire il manto di Lanterna verde del settore 2814, quello in cui è inclusa la Terra, diventando dunque “Green lantern”. Successivamente la sceneggiatura sposta il proprio focus sul corpo delle Lanterne verdi.

Hal Jordan dovrà vedersela con i cattivi Legion e Sinestro. La sua divisa, come da fumetto, è nero-verde. Come tutti i superpoteri, anche quelli prodotti dall’anello hanno però un loro punto debole: il loro potere perde infatti di efficacia contro particolari oggetti.

Il film, prodotto da Warner Bros. e DC Comics – la cui sceneggiatura è stata scritta a “sei mani” da Greg Berlanti, Marc Guggenheim e Michael Green – è diretto da Martin Campbell. Quest’ultimo, neozelandese, vanta all’attivo 15 film e una carriera quasi quarantennale (iniziata nel 1973). Sebbene abbia diretto anche film “impegnati” che raccontano gli orrori delle guerre in Africa, Cambogia e Cecenia, è passato agli onori della cronaca per i due film dedicati a Zorro (“La maschera di Zorro” del 1998 e “La leggenda di Zorro” del 2005) e a James Bond (“007 Goldeneye” del 1996 e “Casino Royale” del 2007).

Nel cast figurano il trentaquattrenne Ryan Reynolds – da poco approdato al Cinema come protagonista di un altro film di successo, “Buried” (Sepolto) – che interpreta Hal Jordan; la bionda Blake Lively che interpreta Carol Ferris; Peter Sarsgaard, già protagonista, tra gli altri, di “Lezioni d’amore” e “Orphan” interpreta il supercriminale Hector Hammond; Mark Strong, (all’anagrafe Marco Giuseppe Salussolia”), scritturato di recente in “Sherlock Holmes” e “Robin Hood” interpreta la lanterna rinnegata Sinestro. Nel cast presenti anche Tim Robbins, attore intenso che spicca in molti film tra cui “Le ali della libertà” e “Mystic River”, e, infine, la brava e sensuale Angela Bassett.

Maggiori informazioni nello nostro speciale.

Lanterna verde