Viva L’Italia, secondo film di Massimiliano Bruno, uscirà nelle sale cinematografiche il 25 ottobre. Bruno (attore, sceneggiatore e regista), dopo essersi imposto al grande pubblico interpretando il personaggio di Nando Martellone  nella serie televisiva Boris e dopo aver goduto del successo di Nessuno mi può giudicare (Nastro d’Argento 2011), suo primo film da regista, torna dietro la macchina da presa.

Viva L’Italia, di cui Bruno ha scritto, con l’aiuto di Edoardo Falcone, anche la sceneggiatura, vuole raccontare, prendendo a pretesto la storia del politico Michele Spagnolo, tutte le contraddizioni del ‘bel paese’. Spagnolo, senatore meridionale corrotto e senza scrupoli, dopo una notte di goliardia, viene colpito da un grave malore; sopravvissuto, deve però convivere con le conseguenze dell’apoplessia di cui è stato vittima. Non avendo più il controllo dei suoi freni inibitori, si trasforma quindi in una mina vagante sia per il partito che per la sua famiglia, fino a diventare promotore di una campagna di approvazione di un nuovo articolo costituzionale con il quale intende sancire il diritto del cittadino di conoscere tutte le verità, da sempre celate, sulla politica, le sue scelte ed i suoi rappresentanti.

In Viva L’Italia Bruno denuncia tutte le bassezze dell’Italia di oggi, dalle raccomandazioni, alla malasanità, passando per i mali di una politica corrotta e guastata dai vizi dello spettacolo. A tale scopo si serve, in primis, delle interpretazioni di Michele Placido (Salto nel vuoto, La balia, Il caimano, La sconosciuta, Baarìa), Ambra Angiolini (Saturno contro, Bianco e nero, Immaturi, Tutti al mare, Immaturi – il viaggio), Alessandro Gassman (Di padre in figlio, Uomini senza donne, Il bagno turco, Caos calmo, Basilicata coast to coast) e Raoul Bova (Immaturi, Nessuno mi può giudicare, Baarìa, Scusa ma ti voglio sposare). Placido veste i panni di Michele Spagnolo mentre agli altri è andato l’onore di dare corpo e voce, rispettivamente, a Susanna, Valerio e Riccardo, i tre figli del senatore, ciascuno portatore di uno dei vizi sociali del nostro tempo. Nel cast del film, girato in parte a Roma ed in parte a Sabaudia, anche Maurizio Mattioli, Rocco Papaleo, Edoardo Leo, Sarah Felberbaum ed Isa Barzizza.

Viva L’Italia, che mira in ogni caso ad essere una commedia per il grande pubblico, sarà prodotto da Rai Cinema in collaborazione con l’ Italian International Film, società di Fulvio Lucisano e Federica Lucisano, occupatasi già della produzione di Nessuno mi può giudicare, e sarà distribuito da 01 Distribution.