BlacKkKlansman film

Da sempre impegnato nel portare al cinema tematiche legate al razzismo, il regista Spike Lee firma nel 2018 quello che è da subito stato considerato uno dei suoi migliori film di sempre. Si tratta di BlacKkKlansman, opera incentrata sul poliziotto Ron Stallworth, il quale sul finire degli anni Settanta conduce un’operazione segreta infiltrandosi tra i membri del temuto Ku Klux Klan. Un’incredibile storia vera che ha trovato in Lee il regista perfetto, capace di esaltare tanto gli aspetti più irriverenti quanto i più profondi discorsi storici, politici e sociali legati alle problematiche razziali.

 

La sceneggiatura del film nasce dal libro di memorie Black Klansman, scritto dallo stesso Stallworth nel 2014. Con questo egli portava alla luce per la prima volta tale storia, da subito divenuta motivo di particolare interesse ad Hollywood. Prodotto da Jason Blum della Blumhouse Productions, e dal regista premio Oscar Jordan Peele, il film prese così vita avvalendosi di un grande cast di attori e di minuziose ricostruzioni storiche. Per Lee era inoltre fondamentale porre in aperta comunicazione gli eventi narrati con l’attuale realtà razziale vigente negli Stati Uniti, dimostrando come certe cose purtroppo non cambino mai.

Presentato con grande successo nel concorso del Festival di Cannes, dove vinse il Grand Prix Speciale della Giuria, il film è da subito diventato uno dei principali contendenti alla stagione dei premi. BlacKkKlansman arrivò infatti ad ottenere, tra le altre, ben 6 nomination ai premi Oscar, vincendo quello per la miglior sceneggiatura non originale. Anche da un punto di vista economico il film si affermò come un grande successo. Questo incassò ben 93 milioni di dollari a livello globale a fronte di un budget di soli 15. Prima di procedere nella visione di tale titolo, è consigliabile approfondire ulteriormente la storia vera su cui si basa, come anche alcune curiosità relative al cast di attori.

BlacKkKlansman: la trama del film

La storia si apre nei primi anni Settanta, dove grandi sconvolgimenti sociali animano gli Stati Uniti. La lotta per i diritti civili delle persone di colore infuriano senza sosta, generando non poco caos. Nel Colorado, Ron Stallworth è il primo detective afroamericano del dipartimento di polizia dello stato. Il suo arrivo è però naturalmente accolto con scetticismo ed ostilità dai suoi colleghi. Egli decide però di non farsi intimidire, desideroso di poter fare la differenza nella sua comunità. Alla ricerca di una missione a cui potersi imbarcare, Stallworth arriva infine a trovarsi di fronte ad un’occasione irripetibile: infiltrarsi nel Ku Klux Klan e denunciarne i crimini.

Fingendosi così un estremista razzista, il poliziotto contatta il gruppo riuscendo a farsi ammettere all’interno della setta. Man mano che l’indagine sotto copertura procede, i rischi non fanno però che aumentare, rendendo la situazione sempre più complessa. Al momento di dover fisicamente incontrare i membri del Klan, Stallworth decide di avvalersi del collega Flip Zimmerman, il quale si propone di infiltrarsi personalmente nel gruppo. Qui, partecipando agli incontri privati, egli arriva a conoscere il Gran Maestro del Klan, David Duke. Partecipando a tali raduni scoprirà inoltre il progetto per un attentato particolarmente pericoloso per la già instabile situazione sociale. Impedire che ciò avvenga diventerà così il loro obiettivo primario.

BlacKkKlansman: il cast del film

Per portare sullo schermo la figura di Ron Stallworth, il regista ha ricercato l’interprete più ideale a tale delicata parte. La sua scelta è infine ricaduta sull’attore John David Washington, figlio di Denzel Washington, con il quale Lee aveva già collaborato per ben quattro film. Questi si dichiarò inizialmente incredulo essere stato scelto dal celebre regista, accettando con grande entusiasmo il ruolo. Per prepararsi a questo, il giovane attore si è così dedicato allo studio del contesto in cui la storia è ambientata, e per calarsi ulteriormente nei panni del vero poliziotto, egli ebbe modo di incontrarlo personalmente. Grazie alle conversazioni con Stallworth, Washington ebbe modo di capire come questi si era comportato in determinate situazioni, cercando di risultare il più realistico possibile nella sua interpretazione.

Accanto a lui nel film si ritrova l’attore Adam Driver. Questi interpreta il personaggio del detective Flip Zimmerman, il collega di Stallworth che si infiltra fisicamente nel Klan. Poiché non è nota la reale identità di tale agente, l’attore dovette basarsi su proprie personali ricerche per costruire il carattere del personaggio. L’attrice Laura Harrier è invece Patrice Dumas, attività per i diritti civili e amante di Stallworth. L’attore Topher Grace dà invece vita al leader del Klan David Duke. Questi ha in seguito dichiarato di essersi talmente tanto incupito nel dar vita ad un personaggio così negativo da aver sfogato la propria frustrazione rimontando la trilogia di Lo Hobbit in un unico film. Infine, fanno parte del film anche gli attori Jasper Pääkkönen nei panni di Felix, e Paul Walter Hauser in quelli di Ivanhoe, entrambi membri del Klan.

BlacKkKlansman cast

BlacKkKlansman: la vera storia dietro al film

La storia di Ron Stallworth ha inizio nel 1972, quando diventa il primo poliziotto di colore dello stato del Colorado. Nel 1978, poi, egli intraprende l’ormai nota operazione per infiltrarsi nel temuto Ku Klux Klan. I contatti con questo avvengono inizialmente per via telefonica e postale. Per convincere i membri delle sue serie intenzioni circa la volontà di arruolarsi, egli si trovò a doversi inventare una storia. Raccontò infatti di non sopportare l’idea che sua sorella frequentasse un uomo di colore. Ma nel momento in cui si presentò l’occasione di incontrare personalmente i membri, questi assegnò il compito al suo collega, nel film chiamato Flip Zimmerman, ma di cui nella realtà non è mai stata svelata l’identità. L’operazione andò avanti per circa nove mesi, coinvolgendo diversi agenti del dipartimento.

L’operazione è però stata interrotta nel momento in cui Stallworth si ritrovò ad essere indicato come l’organizzatore di un prossimo raduno del Klan. Il capo della polizia però temette ripercussione nel caso in cui l’operazione di infiltrazione fosse stata scoperta, e spinse dunque affinché questa venisse bloccata. Prima che ciò avvenisse, però, il vero Stallworth riuscì ad incontrare personalmente David Duke, facendosi assegnare come sua guardia del corpo personale per un evento. Una volta conclusasi, l’operazione portò alla luce importanti rivelazioni, tra cui progetti di attentati e l’identità di diversi membri particolarmente pericolosi. Per sicurezza personale, Stallworth non rivelò mai l’esistenza di tale caso fino alla pubblicazione delle sue memorie nel 2014. L’ex agente di polizia ha infine affermato di non vedere differenze tra le tensioni razziali degli anni Settanta e quelle attuali.

BlacKkKlansman: il trailer e dove vedere il film in streaming e in TV

È possibile vedere o rivedere tale film grazie alla sua presenza su alcune delle più popolari piattaforme streaming presenti oggi in rete. BlacKkKlansman è infatti disponibile nel catalogo di Rakuten TV, Chili Cinema, Google Play, Apple iTunes, Tim Vision e Amazon Prime Video. Per vederlo, basterà semplicemente iscriversi, in modo del tutto gratuito alla piattaforma. Si avrà così modo di guardare il titolo in totale comodità e al meglio della qualità video. È bene notare che in caso di noleggio si avrà a disposizione un determinato limite temporale entro cui effettuare la visione. Il film sarà inoltre trasmesso in televisione in prima visione il giorno lunedì 21 dicembre alle ore 21:00 sul canale Iris.

Fonte: IMDb, HistoryvsHollywood