Remember: tutto quello che c’è da sapere sul film con Christopher Plummer

-

Il regista canadese Atom Egoyan si è negli ultimi anni distinto per alcuni eleganti thriller come Chloe – Tra seduzione e inganno, Devil’s Knot – Fino a prova contraria e The Captive – Scomparsa. Anche il film seguente a questi, Remember (qui la recensione) si presenta come tale, offrendo però una serie di elementi che lo rendono particolarmente accattivante e coinvolgente. Presentato al Festival di Venezia e poi distribuito in sala nel 2015, il film è infatti ad oggi indicato come uno dei migliori del regista canadese.

Scritto da Benjamin August, uno scrittore di origine ebraica qui alla sua prima prova come sceneggiatore professionista, il film si concentra infatti sulla ricerca da parte di un superstite dell’Olocausto dell’aguzzino nazista che lo aveva torturato. August affermò di aver pensato a questa storia prima di tutto per via della scarsità di film con protagonisti attori anziani, ma che in seguito il progetto si è formato anche sulla base dei nuovi processi in corso nei confronti dei criminali nazisti.

Si tratta dunque di un’opera che si muove al ritmo dei suoi fragili protagonisti e portando lo spettatore a stare al loro passo, senza mai sapere di più o di meno rispetto a quanto sanno loro. Remember è dunque un buon titolo da recuperare se si è appassionati di storie di questo tipo, con colpi di scena dietro l’angolo e un passato doloroso da esorcizzare. Prima di intraprendere una visione del film, sarà però utile sapere qualcosa di più a riguardo e pertanto si consiglia di continuare qui nella lettura.

La trama di Remember

Protagonista del film è Zev Guttman, un anziano affetto da demenza senile che vive in una casa di riposo a New York. L’uomo è un sopravvissuto al lager di Auschwitz, come anche l’amico Max Rosenbaum, un altro dei pazienti residenti nella clinica. Dopo poco la morte di Ruth, la moglie di Zev, Max inizia a ripetergli ogni giorno ciò che aveva promesso di fare dopo la dipartita della consorte: uccidere Otto Wallisch, il nazista responsabile dello sterminio delle loro rispettive famiglie durante la Seconda guerra mondiale.

A quanto pare infatti Otto è immigrato in Nord America e conduce una tranquilla esistenza sotto il falso nome di Rudy Kurlander. Esistono quattro persone con questo nome tra Stati Uniti e Canada: il compito di Zev è quindi quello di riconoscere il vero carnefice e di farlo fuori. Munito solo di una pistola e una lettera scritta da Max contenente le indicazioni per raggiungere i quattro Kurlander, Zev scappa dalla casa di riposo, iniziando un lungo viaggio per compiere la sua vendetta.

Remember-storia-vera

Remember: il cast del film

Ad interpretare il protagonista Zev Guttman vi è il premio Oscar Christopher Plummer, il quale si disse interessato a partecipare proprio per via della scarsità di ruoli del genere per attori anziani. Dunque particolarmente devoto al suo ruolo, Plummer decise di eseguire personalmente tutto ciò che era previsto per questo, dalle scene in cui lo si vede suonare al pianoforte sino alla sparatoria che si verifica in un certo momento del film. Per quest’ultima scena, in particolare, l’attore si infuriò molto quando seppe che il regista voleva sostituirlo con una controfigura, chiedendo di poter essere egli stesso a girare la scena.

Accanto a lui, nel ruolo dell’amico Max Rosenbaum vi è invece l’attore premio Oscar Martin Landau, il quale per lo più recitò con Plummer attraverso le chiamate telefoniche che i loro due personaggi si scambiano nel corso del film. Vi è poi l’attore Dean Norris, celebre per essere stato Hank Schrader in Breaking Bad, e qui nel ruolo di John Kurlander, il figlio di uno dei Rudy Kurlander di cui Zev va alla ricerca. Dei quattro Rudy, in particolare, si distinguono il primo che Zev incontra, interpretato da Bruno Ganz, e il quarto, interpretato da Jurgen Prochnow.

Remember è una storia vera?

Guardando il film, in molti sono stati portati a pensare che potesse trattarsi di una storia vera, considerando anche che i due precedenti film di Egoyan, Devil’s Knot – Fino a prova contraria e The Captive – Scomparsa, sono effettivamente basati su eventi realmente accaduti. Non è però questo il caso di Remember, nato da un’idea originale di Benjamin August. Il film contiene però elementi reali, come ad esempio la fuga che molti gerarchi o uomini del regime nazista intrapresero in seguito alla sconfitta in guerra, nascondendosi in altri Stati sotto falso nome. Negli anni in molti sono però stati individuati e sottoposti a processo.

Più che ispirarsi ad una storia vera, dunque, il film prende solo alcuni elementi di realtà, proponendo un racconto che alla ricerca del protagonista unisce la necessità e l’importanza della memoria. Il titolo del film, Remember, può a tal proposito essere letto in una duplice chiave. Da un lato si fa riferimento alla difficoltà di Zev di ricordare ciò che deve compiere, data la sua demenza senile, ma dall’altro si pone il monito di mantenere viva la memoria dell’Olocausto, per fa sì che gli orrori verificatisi non possano mai più ripetersi.

Il trailer di Remember e dove vedere il film in streaming e in TV

È possibile fruire di Remember grazie alla sua presenza su alcune delle più popolari piattaforme streaming presenti oggi in rete. Questo è infatti disponibile nei cataloghi di Rakuten TV, Chili Cinema, Google Play, Apple iTunes e Amazon Prime Video. Per vederlo, una volta scelta la piattaforma di riferimento, basterà noleggiare il singolo film o sottoscrivere un abbonamento generale. Si avrà così modo di guardarlo in totale comodità e al meglio della qualità video. Il film è inoltre presente nel palinsesto televisivo di mercoledì 1 febbraio alle ore 21:10 sul canale Rai Movie.

Fonte: IMDb

Gianmaria Cataldo
Gianmaria Cataldo
Laureato in Storia e Critica del Cinema alla Sapienza di Roma, è un giornalista pubblicista iscritto all'albo dal 2018. Da quello stesso anno è critico cinematografico per Cinefilos.it, frequentando i principali festival cinematografici nazionali e internazionali. Parallelamente al lavoro per il giornale, scrive saggi critici e approfondimenti sul cinema.

Articoli correlati

- Pubblicità -

ALTRE STORIE

The Beach Boys

The Beach Boys, parola ai filmmaker e i protagonisti del documentario

Per oltre sei decenni, la musica dei Beach Boys è stata una parte indelebile della storia americana. Le loro brillanti armonie trasmettevano verità semplici...
- Pubblicità -