Cinture allacciate e occhi sulla strada: siete pronti a correre con Need For Speed? Arriva al cinema, dal 13 Marzo, l’attesissimo film tratto dal famoso videogioco di corse automobilistiche per la regia di Scott Waugh.

In Need For Speed Tobey Marshall (Aaron Paul) gestisce insieme ad alcuni amici l’officina di famiglia, creandosi un’ottima reputazione gareggiando nelle corse clandestine nel week-end. A causa di una vecchia rivalità, Tobey viene incastrato da Dino (Dominic Cooper) per un crimine che non ha commesso. Pronto a pareggiare i conti, appena uscito di prigione, cercherà di essere invitato alla De Leon, la super gara di macchine clandestine, per sfidare Dino. Ma questa voglia di farsi giustizia da solo lo porterà in una vera e propria corsa contro il tempo attraverso gli Stati Uniti, con accelerate da far girare la testa e salti mozzafiato.

Per portare in scena un tale videogioco cult c’era la necessità di ricordare graficamente e visivamente le corse, e Waugh è riuscito nell’intento. Evitando effetti visivi troppo falsi e green screen è rimasto fedele all’autenticità che offriva Need For Speed, rispettando il ricordo del giocatore. Le riprese del film risultano credibili grazie al fatto che gli stunt automobilistici sono stati eseguiti realmente, una piccola ma decisiva scelta del regista che sul grande schermo si nota e apprezza.

Buona scelta del cast che accoglie come protagonista Aaron Paul, orfano di Breaking Bad, che convince molto dietro al volante e Dominic Cooper perfetto nel ruolo dell’antipatico rivale Dino. Ma a rubare la scena, sia al cast quasi interamente maschile, che al parco macchine assolutamente invidiabile, c’è Imogen Poots. L’attrice affascina e cattura lo spettatore con il suo charme inglese (purtroppo apprezzabile solo in versione originale) e con il suo personaggio, Julia, che finalmente si allontana dal classico stereotipo di “donna da salvare” del film del genere. Un personaggio complesso, una donna forte e molto divertente che piacerà non solo al pubblico maschile.

I videogiochi di successo non sempre vengono ben tradotti in film di successo, e qui si nota la bravura di Scott Waugh che, traendo ispirazione da film come Il Braccio Violento della Legge e Bullit (film che viene proiettato proprio nella scena iniziale del drive-in), offre una storia di inseguimenti e sentimenti vecchio stile, con personaggi dall’alto potenziale e macchine da sogno che vi appassioneranno anche se non avete mai giocato a Need For Speed. Una storia che tiene incollato lo spettatore alla poltrona fino alla fine facendogli credere di essere il co-pilota di Tobey Marshall nella corsa.