Due sorelle diverse come lo possono essere il giorno e la notte, amori estivi e contrastati, una location affascinante e suggestiva e le mitiche hit degli anni ottanta come, appunto, quella che da il titolo al nuovo lavoro dei registi Max Giwa e Dania Pasquini (conosciuti per la saga di Street Dance) Walking on sunshine.

 

Walking on SunshineTaylor (Hanna Arterton), una ragazza con la testa sulle spalle ma forse un po’ troppo controllata, viene invitata dalla solare sorella maggiore Maddie (Annabel Scholey) a trascorrere una vacanza con lei in Puglia per rilassarsi dopo le fatiche universitarie. Taylor, infatti, ha appena raggiunto un traguardo per lei molto importante, la laurea, un obiettivo per il quale aveva sacrificato molto, anche il più grande amore della sua vita, un ragazzo conosciuto proprio su quelle stesse spiagge qualche estate prima. Appena arrivata però, Maddie che è stata recentemente scaricata dallo storico fidanzato Doug (Greg Wise), annuncia all’incredula sorellina che si sta per sposare con un ragazzo del posto, Raf (Giulio Berrutti). Per Taylor sarà uno shock non tanto perché la sorella sta per convolare a nozze con una persona che conosce solo da cinque settimane, quanto per il fatto che è proprio Raf il grande amore che si era lasciata alle spalle per completare i suoi studi. Questo è a grandi linee il fragile plot su cui Max e Dania hanno cercato di adattare musica e coreografie per celebrare la grande stagione Pop degli anni ’80/’90. Aldilà del contesto abbastanza povero, quelle che sono state le colonne sonore delle vite di molti trentenni di oggi emozionano sempre. In più i fantastici panorami della costa pugliese descritti con una discreta perizia fotografica alzano un po’ il livello della pellicola che ricorda moltissimo il più famoso musical cinematografico Mamma Mia! sia perché al centro della vicenda c’è un matrimonio, sia perché la formula è la stessa: creare una storia attorno a grandi successi musicali. In quel caso si trattava degli ABBA , in questo caso di una variegata compilation in cui troviamo Whitney Huston, i Wham, i Roxette e molti altri. Bisogna dire che nella sceneggiatura un piccolo tentativo di dare profondità psicologica ad i personaggi c’è, anche se alla fine risulta abbastanza stereotipato. Forse Maddie è uno dei personaggi meglio riusciti e che rimane impresso nella memoria grazie anche alla buona performance artistica di Annabel Sholey. Abbastanza trascurabile, invece, il cameo della cantante Leona Lewis (che interpreta Elena, una degli amici di Taylor) la quale, tra l’altro, canta pochissimo pur essendo l’unica professionista del settore presente nel cast. Gli intenti del film sono soprattutto il divertimento e le emozioni scaturite dal revival di un passato felice. Walking on sunshine è un film perfetto per una serata spensierata al cinema al termine di una giornata noiosa e stressante.