Box Office

Box office italiano disastroso nel primo weekend di luglio, con Le origini del male che apre in testa, seguito da Babysitting e Maleficent. Incassi al minimo.

La novità rilevante del box office di questo fine settimana è il cambio al vertice: dopo ben cinque settimane, Maleficent cede infatti lo scettro del primo film in classifica a un’altra pellicola. Ma c’è ben poco di cui essere fieri, perché il primo fine settimana di luglio è decisamente un disastro al botteghino italiano, con incassi dimezzati anche rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso.

Neppure i primi film della top10 riescono ad avvicinarsi al mezzo milione di incasso.

Così l’horror Le origini del male apre in testa con 372.000 euro incassati in 250 sale a  disposizione.

Seconda posizione per un’altra novità, la commedia Babysitting, che esordisce con 234.000 euro in circa 230 copie disponibili.

Dopo un mese e mezzo di programmazione, Maleficent scende al terzo posto con altri 208.000 euro. La pellicola Disney sfiora quota 13 milioni complessivi, diventando il maggiore incasso dell’anno al box office italiano.

Insieme per forza debutta in quarta posizione con 135.000 euro di incasso. La commedia con la coppia Adam Sandler/Drew Barrymore raccoglie un totale di 161.000 euro da mercoledì a domenica in 126 sale.

Tutte contro lui scende al quinto posto con altri 124.000 euro e giunge a 1,1 milioni dopo tre settimane di programmazione.

Calo anche per The Big Wedding (112.000 euro) e Jersey Boys (81.000 euro), arrivati rispettivamente a 444.000 euro complessivi e 622.000 euro totali.

Segue Edge of Tomorrow – Senza domani, che con altri 71.000 euro supera il tetto dei 3 milioni globali.

Goool! rimane stabile in nona posizione con altri 69.000 euro, per un totale di 986.000 euro.

Chiude la top10 X-Men – Giorni di un futuro passato, arrivato a quota 6,4 milioni di euro con altri 51.000 euro.