Stratosferico Checco Zalone, che con il suo Che bella giornata espugna l’imbattibile, ovvero Avatar, conquistando una cifra record ed entrando nella storia del cinema italiano con il miglior primo weekend di sempre. Ottima partenza per il nuovo Clint Eastwood, con Hereafter al secondo posto.

E’ davvero una bella giornata per Checco Zalone, e se ne attendono ancora di più belle. Perché in un sola settimana il comico barese è entrato nella storia del cinema italiano con risultati da capogiro.

E pensare che un anno fa Avatar si apprestava a uscire nel nostro Paese stracciando tutti i record al botteghino italiano (e non solo)… Ebbene, il 2011 è iniziato col botto per il cinema nostrano.
Checco Zalone strappa a James Cameron il migliore primo weekend di sempre, con un risultato eclatante e inaspettato. Era impresa ardua prevedere che i 12,9 milioni di euro del primo weekend di Avatar potessero essere surclassati, per di più da una pellicola italiana. Che bella giornata riesce nell’inimmaginabile impresa, raccogliendo la bellezza di 18,6 milioni di euro nei primi cinque giorni di programmazione e portando al cinema ben 2 milioni e mezzo di spettatori nel suo primo weekend. E il tutto, ovviamente, senza sovrapprezzo del biglietto, cosa che invece è avvenuta con Avatar, distribuito l’anno scorso in innumerevoli copie 3D.
Il risultato è egualmente strepitoso considerando i tre giorni: 11,8 contro 9,6 milioni.
E se pensiamo al passaparola, che di certo sarà positivo, ci possiamo sbilanciare e azzardare il totale che la commedia con Checco Zalone otterrà a fine corsa: almeno 45 milioni di euro, cosa che gli consentirebbe di diventare il film italiano di maggiore successo nel nostro Paese, strappando il primato a La vita è bella (31 milioni).

Ottimo esordio per Hereafter, con 3,2 milioni raccolti da mercoledì a domenica: un risultato eccellente per il nuovo film di Clint Eastwood, infaticabile regista molto apprezzato anche in Italia.

La banda dei Babbi Natale regge ottimamente, scendendo in terza posizione e raccogliendo 1,4 milioni. Con un totale di 20,4 milioni è la pellicola di Aldo, Giovanni e Giacomo ad aggiudicarsi (inaspettatamente, a giudicare dalle premesse) il titolo di film delle feste, alla faccia del cinepanettone Natale in Sudafrica, che invece precipita in settima posizione con 543,000 euro, per un totale di 18,4 milioni.

Tron Legacy regge al quarto posto con 1 milione, in un weekend non particolarmente brillante nonostante le copie in 3D. Ciò dipende anche dai diversi spettacoli cancellati per dare spazio a Checco Zalone, facendo fronte al tutto esaurito generato dalla commedia nostrana.
Dopo due settimane, Tron Legacy arriva dunque a 5 milioni complessivi.

The Tourist scende in quinta posizione, raccogliendo altri 769.000 euro e giungendo a quota 10,6 milioni.
Segue Le Cronache di Narnia – Il viaggio del veliero, arrivato a  9,7 milioni con altri 719.000 euro.

Chiudono la top10 tre pellicole d’animazione. Le avventure di Sammy (525.000 euro), Megamind (466.000 euro) e Rapunzel – l’intreccio della torre (253.000 euro), arrivati rispettivamente a 3,7 milioni, 6,8 milioni e 10,3 milioni.

Da segnalare infine il dodicesimo posto dell’altra new entry, la commedia inglese Tamara Drewe, che raccoglie 307.000 euro nelle 95 sale in cui ha debuttato.