oldman

Così come i loro personaggio nella Saga di Harry Potter, pare che Daniel Radcliffe e Gary Oldman abbiamo un legame speciale nato appunto durante le riprese di Harry Potter e il prigioniero di Azkaban. “Per me recitare accanto a Gary nel quinto film è stato molto impegnativo, forse per un mio desiderio infantile di volerlo continuamente impressionare” ha detto ad MTV Daniel nell’estate del 2009.

Allo stesso modo pare che questa stima sia reciproca considerando le parole di ammirazione  che Oldman ha rilasciato allo stesso MTV News nella fase di promozione di Red Riding Hood (da noi Cappuccetto Rosso Sangue). “I libri della saga di Harry Potter sono molti e complessi. Chi avrebbe detto che Emma [Watson], Rupert [Grint] e Daniel, a 11 anni, sarebbero stati capaci di portare a termine la serie di film?“.

altMa a quanto pare Gary apprezza i ragazzi e in particolare Radcliffe soprattutto per le sue scelte artistiche che esulano da Harry Potter: “Non conosco molti 17enni che avrebbero fatto Equus (la pièce teatrale dove Radcliffe è comparso come mamma l’ha fatto, n.d.r.), lui invece l’ha fatto, e adesso canterà e ballerà a Broadway. Ha un mucchio di soldi e potrebbe fare quello che vuole, ma si è sdedicato al lavoro duro!“. Oldman ha detto Come far carriera senza lavorare, che Radcliffe porterà in scena alla fine di Marzo, fa parte del piano di Daniel per sganciarsi dal personaggio di Potter. “Quando ho sentito che si stava allenando nel ballo, lui mi ha detto ‘Guarda, io non ho intenzione di dormire sugli allori e pensare che ottengo le cose perché ero Harry Potter,’” Oldman ha detto. “‘Una volta ero Harry Potter, conclude, ma ora sono nell’arena con tutti gli altri attori che si guadagnano gli ingaggi, e che sanno ballare e cantare, e devo competere con loro.’

Sicuramente un giovane attore di questa tempra ha impressionato il mostro sacro Oldman, e come dagli torto se in cuor suo si sente un po’ il ‘padrino’ di Harry…hops!…di Daniel.

Fonte: MTV