In una recente intervista al Toronto Sun, Leonard Nimoy ha annunciato il suo ritiro dalle scene.

Dal 1966 a oggi l’attore ha interpretato numerose volte Spock, il personaggio che lo ha reso popolare in tutto il mondo, e solo un anno fa è tornato a vestire i panni dell’iconico personaggio nello Star Trek di J.J. Abrams.


Non è la prima volta che Nimoy pensa di andare in pensione: “Un mucchio di volte ho pensato che fosse finita”, ma ogni volta che gli hanno chiesto di tornare a recitare non è riuscito a resistere. Basti pensare alle sue recenti apparizioni nella serie tv Fringe, in un ruolo tutt’altro che marginale. Tuttavia, a 79 anni e con una lunga e fortunata carriera alle spalle, sembra che l’attore sia risoluto nella sua decisione:

Ho fatto questo lavoro per 60 anni. Adoro l’idea di uscire di scena con il sorriso sulle labbra. Mi è piaciuto tantissimo fare quello che ho fatto.

La sua ultima interpretazione non sarà un nuovo cammeo nel sequel di Star Trek, le cui riprese si terranno l’anno prossimo, ma saranno le ultime puntate di Fringe, in cui comparirà ancora nel ruolo del Dr. William Bell:

Voglio uscire di scena. Inoltre, non sarebbe bello nei confronti di Zachary Quinto. E’ un grande attore, adora questo ruolo [quello di Spock, ndt], ed è giunto il momento di lasciargli il giusto spazio. E sono contentissimo che il personaggio possa continuare a vivere con il suo volto. Prima dello Star Trek di JJ. Abrams ero stato lontano dalle scene per 12 anni, quindi ritengo di essere stato lusingato dalle richieste del regista. Quando è riuscito a riavviare il franchise, mi sono sentito in dovere di partecipare. E sono felice, perché aveva promesso una grande storia e l’ha fatta.

Nimoy smetterà progressivamente di partecipare anche alle convention: la Calgary Comic & Entertainment Expo potrebbe essere una delle sue ultime apparizioni.

Fonte: The Toronto Sun/badtaste.it